Pagina 2 di 2

11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 31/07/2012, 23:12
da emmea90
11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km
Planimetria
Immagine
Altimetria
Immagine
Col de l'Iseran
Immagine
Col du Mont Cenis
Immagine
Col du Finestre
Immagine
Ultimi Chilometri
Immagine
Coincide con la tappa più lunga del Tour il secondo appuntamento alpino, forte di 68 km di salita, di tre ascese oltre i 2000 metri e di una delle vette più alte d'Europa poco dopo metà percorso.
Come nella frazione precedente, un centinaio di chilometri pianeggianti iniziali potrebbero agevolare il compito dei probabili attaccanti, anche se il traguardo volante di Bourg-Saint-Maurice, dopo 98,5 km, potrebbe anche stimolare alcuni sprinter a tener cucita la corsa per provare ad aggiudicarsi i punti in palio per la classifica della maglia verde. Il primo impatto con la salita non sarà particolarmente traumatico, giacché la prima ascesa di giornata, il Col de l'Iseran, non presenta rampe particolarmente impervie. A sfiancare i corridori sarà però la lunghezza della scalata, con i suoi 39 km e 100 metri al 4,8% di pendenza media. Il colle risulta di fatto diviso in due tronconi di 17 km, inframezzati da un lungo tratto pianeggiante: il primo al 5,4%, il secondo al 5,5%.
Raggiunti i 2770 metri della cima, 13 km circa di discesa porteranno a Bonneval-sur-Arc, località di inizio di una sezione piatta della stessa lunghezza, seguita da una discesa che condurrà ai piedi del secondo colle in programma, il Moncenisio (Mont-Cenis). La salita misura 9,9 km, e presenta una media del 6,9%. Non si tratta comunque di un'ascesa clamorosamente selettiva, e i quasi 70 km che separano la vetta dal traguardo di Pragelato costituiranno probabilmente un deterrente a qualsiasi intento bellicoso da parte dei big.
Superato il GPM, gli atleti resteranno in quota per circa 7 km, prima di fiondarsi in picchiata verso Susa per una trentina di chilometri, tecnici solo nella prima parte. In fondo alla discesa, ormai ben dentro i confini italiani, ultimi varcati da questa edizione del Tour, la pianura sarà protagonista solamente per il tempo necessario ad attraversare l'abitato di Susa, lasciando quindi spazio alle tremende rampe del Colle delle Finestre (Col du Finestre), due volte affrontato dal Giro ma mai dalla Grande Boucle. Gli arcinoti 18 km al 9,3% della salita che nel 2005 fu teatro di uno dei più bei testa a testa a distanza della storia recente del ciclismo, quello tra Gilberto Simoni e Paolo Savoldelli, con gli ultimi 8 circa su strada sterrata, si concluderanno al km 238 di gara, a diciassette dalla linea d'arrivo.I primi undici di questi saranno in discesa, prima di un tratto finale in falsopiano di 6 km per raggiungere Pragelato, dove solamente un grandissimo scalatore potrà pensare di alzare le braccia, al termine di una frazione che forse non favorisce particolarmente le iniziative da lontano, ma che con i 35 km conclusivi potrebbe rivelarsi estremamente significativa ai fini dell'esito del Tour. Il chilometraggio, il dislivello e i chilometri di salita finiranno infatti inevitabilmente per logorare il motore dei favoriti, aprendo le porte sia ad un guadagno significativo sull'ultima ascesa, sia a crisi anche violente.
GPM: Col de l’Iseran (Hors Catégorie, 2770 m, 39,1 km al 4,8%, km 145,5); Col du Mont-Cenis (1a categoria, 2081 m, 9,9 km al 6,9%, km 187,5); Colle delle Finestre (Hors Catégorie, 2178 m, 18 km al 9,3%, km 238)
TRAGUARDO VOLANTE: Bourg-Saint-Maurice (km 98,5)

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 03/08/2012, 22:01
da emmea90
André Du Pin ha scritto:Faccio i miei più sinceri complimenti alla Liquigas che sta correndo veramente un bel Tour. E' stato imposssibile prendere punti sul finestre, ma siamo ancora in testa per un altro giorno, guardiamo di portare questa maglia oltre le alpi sisi
L'ultima volta ad isola 2000 la maglia a pois ha fatto una brutta fine :neutral:

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 03/08/2012, 22:09
da Andrepg
Alexis Hemme Méas ha scritto:
Andrea Pigna ha scritto:Faccio i miei più sinceri complimenti alla Liquigas che sta correndo veramente un bel Tour. E' stato imposssibile prendere punti sul finestre, ma siamo ancora in testa per un altro giorno, guardiamo di portare questa maglia oltre le alpi sisi
L'ultima volta ad isola 2000 la maglia a pois ha fatto una brutta fine :neutral:
Cassani = Pellizotti |schum |schum |schum

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 03/08/2012, 22:39
da young
Ci abbiamo provato ma proprio in salita non andiamo, speriamo di fare bene nelle due tappe "intermedie"

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 03/08/2012, 22:42
da Sauber96
Grandi ragazzi, risultato insperato, guadagnamo tanti secondi pesanti

P.s. emmea è colpa tua, sull'osterberg mi hai spezzato il morale siinc

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 1:45
da Squiz
Roche e Peraud stanno iniziando ora lo sterrato del finestre :asd:

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 1:55
da Cristiano Ronaldo
Complimenti ad Alludha e Nibali

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 10:40
da emmea90
Andreas Engels ha scritto:Roche e Peraud stanno iniziando ora lo sterrato del finestre :asd:
Eh se continui a mandarli in fuga |oes

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 11:50
da Camenzind
Tappa tremenda, Nibali ed Evans sono due avversari eccellenti, soprattutto l'italiano sta andando forte e credo che lui possa vincere questo tour. Noi siamo ancora li con Bradley e Chris, ma bisogna tenere duro

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 12:49
da Squiz
Alexis Hemme Méas ha scritto:
Andreas Engels ha scritto:Roche e Peraud stanno iniziando ora lo sterrato del finestre :asd:
Eh se continui a mandarli in fuga |oes
Quando li ho mai mandati in fuga loro due?? :shock: Al massimo li faccio partire da un po più distante come in questo caso :neutral:

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 13:11
da emmea90
Andreas Engels ha scritto:
Alexis Hemme Méas ha scritto:
Andreas Engels ha scritto:Roche e Peraud stanno iniziando ora lo sterrato del finestre :asd:
Eh se continui a mandarli in fuga |oes
Quando li ho mai mandati in fuga loro due?? :shock: Al massimo li faccio partire da un po più distante come in questo caso :neutral:
Eh, appunto. Se lo fai per la terza volta in tre tappe di fila è ovvio che alla terza faticano sisi

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 14:14
da Gigilasegaperenne
Tour di Sera, 11a tappa: Pontcharra > Pragelato (Ita) 255 km

Immagine

Marino: No, non se ne parla nemmeno. Assolutamente no. Che poi, come cazzo faccio a sostenere che lo hanno lasciato vincere? Cioè, Evans si è fatto con lui quaranta chilometri, quelli della Sky perdevano in discesa ma in salita guadagnavano, che figura di merda ci faccio? No, no, non se ne parla.
Balani: Non dirlo a me, è Auro che ci tiene.
Marino: Me ne sbatto, non dico che hanno lasciato vincere apposta Nibali.
Balani: Poi però te lo devi sorbire tu Bulbarelli.
Marino: Ma che cazzo vuoi che mi sorbisca, quello non saprebbe dibattere neanche con Gasparri.

Immagine

Bulbarelli: Eccomi qui.
Marino: Ma dove cazzo eri finito?
Bulbarelli: Lo spuntino delle 18.
Marino: Ma avevi già fatto quello delle 17.59.
Bulbarelli: Ma era leggero.
Marino: Vorresti farmi credere che la pentola di polenta e stufato che ti sei pappato in trentadue secondi netti era ipocalorica? O lo è solo in rapporto allo spuntino delle 17.58?
Bulbarelli: Piantala Marino. Allora, siamo d'accordo? La nostra linea editoriale è che a Nibali è stato concesso di vincere la tappa in seguito ad accordi sottobanco orditi da Cosa Nostra.
Marino: No, Auro, io ho ancora una dignità.
Bulbarelli: Ti sei dimenticato le ospitate a Domenica In?
Marino: Auro, da quando lanci queste frecciate?
Bulbarelli: Non sono frecciate, è la verità.
Marino: Anche dire che in preda ad un crampo allo stomaco ti sei pappato una scatoletta di Simmenthal scaduta rastrellata in un cassonetto è vero, però non vengo a raccontarlo in televisione.
Bulbarelli: Bene, evitiamo allora di raccontare queste cose in diretta.
Marino: D'accordo.
Balani: ...
Marino: Nazareno, quella faccia di cazzo vuol dire quello che penso io?
Balani: Non so cosa stai pensando.
Marino: Sì che lo sai, e sai anche cosa vorrei farti. E nel caso non lo sapessi davvero, ti dico solo che ha a che fare con dei chiodi e una croce.
Bulbarelli: Marino, smettila con la tua polemica anticlericale.
Marino: Veramente questa volta non c'era nessuna polemica anticlericale, anche se la coda di paglia di voi servi del Vaticano non cessa mai di allietarmi.
Bulbarelli: Considerando che siamo in diretta, non sarebbe il caso di parlare della tappa?
Marino: Solo se ammetti che Nibali ha vinto con merito.
Bulbarelli: Giammai.
Marino: Allora propongo una dissertazione sulla Lega Nord e i suoi legami con la 'ndrangheta.
Bulbarelli: Vincenzo ha dato una dimostrazione di forza.
Marino: E merita la maglia gialla.
Bulbarelli: E merita la maglia gialla.
Marino: E viene dalla regione più bella d'Italia.
Bulbarelli: E vien... no, dai...
Marino: Dico a tutti cos'hai fatto con la tua mano destra dopo che Armstrong te la strinse per la prima volta.
Bulbarelli: E viene da una terra meravigliosa, la più bella del mondo, la magica Sicilia!
Marino: Bene, ora possiamo parlare della tappa.
Bulbarelli: Io direi di far parlare Davide Cassani.
Marino: Io direi di sopprimerlo. Che si fa?
Bulbarelli: Gli diamo la parola.
Marino: Posso prima dirne una io?
Bulbarelli: Solo una.
Marino: Vaffanculo.
Bulbarelli: Cassani!

Immagine

Cassani: Sì, undicesima tappa, da Ponsciaggà a Pgagelato, la tappa più lunga del Tug. I pghimi cento chilometghi vengono pegcogsi a tutta, non si ghiesce nemmeno a fag andaghe via la fuga. L'azione pagte sull'Isegan, sul quale già si muovono nomi come Samuel Sances, Pieg Gollà, Bgaicovic e Vinocugov. Altghi scatti agghivano sul Moncenisio, ma è nella discesa che la cogsa si infiamma: pagtono Cadel Evans e Vincenzo Nibali.
Marino: E' meraviglioso come riesca a raccontare anche un attacco del terzo e del quarto della generale come il gol del 9-0 del Real Madrid in un'amichevole estiva con il Portogruaro.
Cassani: Sul Colle delle Finestghe pagte l'inseguimento del Tim Scai, con Bghedlei Uigghins a guidaghe Cgis Fgum. Nel finale il divaghio viene quasi colmato, ma un allungo di Nibali nella discesa del Finestghe consente al siciliano di ghesisteghe e di coglieghe il secondo successo di tappa di questo Tug.
Bulbarelli: Bene, grazie mille, Davide.
Marino: Grazie soprattutto per aver dimostrato che l'evento può essere spettacolare finché vuoi, ma se lo fai commentare ad uno che frequenta Pancani per otto ore al giorno la cronaca diventa ugualmente uno stillicidio.
Bulbarelli: Stai indinuando che Cassani sia noioso?
Marino: Io non insinuo niente, dico solo che Gigi Marzullo lo ha definito "un po' troppo compassato".
Bulbarelli: Ma è mai possibile che si finisca sempre per parlare dei tuoi colleghi?
Marino: Non è vero.
Bulbarelli: Come no? Alla fine te la prendi sempre con Conti, Cassani e il sottoscritto.
Marino: No, non è vero che Cassani è un mio collega.
Bulbarelli: Ecco, lo vedi?
Marino: Auro, se vuoi parliamo della corsa, basta che poi non rompi i coglioni perché ci prendiamo le querele.
Bulbarelli: Perché, cos'hai da dire oggi?
Marino: Pensavo magari di spendere due parole su Grivko e su come sia la prova provata che se sei una pippa e ti dopi, diventi solo una pippa dopata.
Bulbarelli: Beh, questo è un messaggio che se vogliamo è anche positivo.
Marino: Certo, se poi becchi il dottor Ferrari di turno, ci sta anche che un corridore da classiche con un coglione solo diventi improvvisamente un pluri-vincitore di Tour de France.
Bulbarelli: Marino! Eravamo d'accordo di lasciar perdere il discorso Armstrong.
Marino: Veramente eri d'accordo solo tu.
Bulbarelli: Vogliamo parlare d'altro, per favore?
Marino: Posso spendere due parole su Brancaleone che sogna di vincere un tappone alpino con Cunego?
Bulbarelli: Sarebbe meglio trovare qualcos'altro.
Marino: Tipo la Radioshack che tira all'impazzata per 100 km, così da evitare che i loro amici in maglia Sky si affatichino troppo?
Bulbarelli: Forse la Radioshack sarebbe meglio lasciarla stare.
Marino: Vogliamo parlare della denuncia per maltrattamenti di Péraud e Roche all'indirizzo di Engels?
Bulbarelli: Sono certo che Engels intendeva fare il bene della squadra.
Marino: Ne sono certo anch'io, ma raramente attaccare a cazzo ogni volta che la strada sale porta grossi profitti.
Bulbarelli: Io darei la linea a Beppe Conti.
Marino: Io invece gli metterei la testa in un sacchetto di cellophane.
Bulbarelli: Marino! Naturalmente il nostro Bartoletti sta scherzando...
Marino: Per niente, anzi, ci ho già provato una volta, ma n...
Bulbarelli: Beppe Conti!

Immagine

Conti: Pragelato era un arrivo inedito.
Marino: L'Iseran e il Moncenisio però li hanno già fatti.
Bulbarelli: Marino ha ragione, Beppe.
Conti: Sì, l'infilata Iseran - Moncenisio faceva parte della Saint-Gervais - Sestriere del 1992, la tappa della leggendaria impresa di Claudio Chiappucci, che si impose davanti ad una folla oceanica al termine di una fuga di 200 km. Al secondo posto Franco Vona, che nel finale riuscì a superare Miguel Indurain, in crisi nell'ultimo chilometro. Quel giorno il Diablo poteva anche vincere il Tour de France, ma Bugno incredibilmente collaborò con Indurain nel falsopiano tra Susa e Cesana Torinese, salvando la maglia gialla dello spagnolo.
Marino: Già, "incredibilmente" cercò di andare a riprendere un diretto avversario per la generale.
Conti: Ma ci vuole un po' di patriottismo per contrastare un avversario come Indurain.
Marino: No, ci vuole collaborazione al limite, ma ti informo che il Tour non si corre per squadra nazionali da un bel pezzo.
Conti: Ma certo Marino, come tu ben sai, conosco a menadito la storia della Grande Boucle.
Marino: Podio del Tour 1967?
Conti: ... ehm... Mos...
Marino: No.
Conti: Sar...
Marino: No.
Conti: Mer...
Marino: No. Sei un cazzaro.
Bulbarelli: Marino, Beppe Conti è un giornalista stimato, ha solo avuto un'amnesia.
Marino: Beppe Conti è stimato solo nel senso che uno lo pesa a occhio.
Bulbarelli: Non l'ho capita.
Marino: Adesso ho capito perché andate così d'accordo.
Bulbarelli: Alessandra De Stefano, interviste!

*Filmato*

Immagine

De Stefano: Sì, siamo con Vincenzo Nibali. Vincenzo, hai vinto nel giorno in cui il Tour ha sconfinato in Piemonte: gliel'abbiamo messa in culo o no a quelli della Lega?
Marino: Auro, stai fermo! Cosa fai con quella cord... ah no, ok, se è per impiccarti fai pure.
Nibali: Ma no, oggi ho sentito il tifo di tanti appassionati italiani che mi hanno spinto negli ultimi chilometri, vorrei ringraziarli tutti.
De Stefano: Vincenzo, oggi hai staccato tutti in discesa, a Le Thillot hai staccato tutti in discesa, a Yenne hai guadagnato su molti in discesa. Ora, sei solo tu che sei forte in discesa, o sono anche gli altri che sono un po' pirla?
Nibali: Mah, no, io vado forte, gli altri magari non se la sentono di prendere rischi per seguirmi, il Tour è ancora lungo.
De Stefano: Ecco, Vincenzo: Basso oggi ha lavorato per te sul Moncenisio, ma appena sono cominciati gli allunghi è rimasto indietro. Possiamo dire che sta facendo apposta per sabotarti?
Nibali: Assolutamente no, Ivan si sta sacrificando per me e ci tengo a ringraziarlo.
De Stefano: Come sentite, l'atmosfera in casa Liquigas è tesissima. Vincenzo, a quando un confronto armato?
Nibali: Mai, Ivan è un compagno prezioso.
De Stefano: Gentili telespettatori, ormai è chiaro che l'atmosfera è irrespirabile nella squadra di Al Luddha. Siamo intanto con Fabian Cancellara. Fabian, anche oggi pancia a terra per i primi 100 km. La domanda allora è una sola: ma Parker lo fa per ripicca nei tuoi confronti, o è solo pirla?
Cancellara: Oggi volevamo tenere la corsa cucita, io e Jens siamo i passisti più forti, dovevamo lavorare noi.
De Stefano: Parole di fuoco quelle di Cancellara. Fabian, possiamo dire che ormai è prossimo un ammutinamento in casa Radioshack? Ecco, Fabian se ne va, ma lo prendiamo come un sì. Abbiamo ora con noi Damiano Cunego. Damiano, anche oggi all'attacco, anche oggi staccato: non sei ancora stanco di far il giullare del gruppo?
Cunego: Basta, con voi non ci parlo più, mi provocate sempre.
De Stefano: Ma povero, lo provocano... e se ti provochiamo rispondi, eunuco del cazzo! No, ahia, state f... ouch... no... ahi... no...

*In studio*

Marino: Migliori interviste della carriera della De Stefano.
Bulbarelli: Non sono molto d'accordo, ma veniamo a noi. Domani altra tappa durissima, da Serre Chevalier a Isola 2000. Marino, questo trittico non sarà un po' eccess...
*SPINGARDINO*
Bulbarelli: ... un po' fiacco?

Immagine

Zomegnan: Così va meglio, mongolfiera ripiena di merda.
Bulbarelli: La ringrazio, Vostra Signoria.
Zomegnan: Taccia, protozoo. Sono qui per affari.
Bulbarelli: Cioè?
Zomegnan: Sto acquistando il Piemonte.
Bulbarelli: Ah, una... una trattativa complicata immagino. Che cosa ha offerto per averlo?
Zomegnan: L'incolumità.
Bulbarelli: Ehm... beh, come rinunciare?
Zomegnan: Ha detto bene, ma stranamente sembra che ci stiano ancora pensando. In caso di risposta negativa, ho già pronta la contromossa.
Bulbarelli: Sarebbe?
Zomegnan: Un'invasione militare della regione, che domande.
Bulbarelli: Vostra Maestà, già che è qui, le chiedo come definirebbe la frazione di domani.
Zomegnan: Ondulata.
Bulbarelli: Ehm... grazie, sempre... esaustivo.
Zomegnan: Chiuda la bocca, anellide. Non riesco a sentire... sì, sono sicuro... Pigna! Vieni subito qui! C'è odore di cronoman, ne sono sicuro. Deve esserci una tana qui da qualche parte. Annusa questo, è un pezzo di maglietta di Boardman... vai, forza!
Bulbarelli: Ehm... grazie mille a Sua Immensità. E' il momento dell'approfondimento di Silvio Martinello.

Immagine

Martinello: Sì, Auro, oggi ci siamo soffermati sulla prestazione di Levi Leipheimer, che faceva parte di un gruppo di contrattaccanti evaso sul Moncenisio. Abbiamo elaborato un algoritmo sulla base della sua moltiplica anteriore, combinandolo con la soluzione dell'enigma di Riemann stabilita dal teorema di Green. Il tutto è stato quindi diviso per la media oraria fatta registrare da Eddy Merckx al Tour de France del 1974, riscrivendo il numero ottenuto secondo l'assioma di Moratti.
Marino: Quale sarebbe l'assioma di Moratti?
Martinello: Data una quantità di denti a piacere, qualsiasi sia la loro condizione, non li lavo.
Bulbarelli: Silvio, cos'hai ottenuto?
Marino: Come disse Sandro Bondi quando l'allora Premier uscì dalla stanza del lettone di Putin.
Bulbarelli: Marino! Martinello, prosegui pure.
Martinello: Sì, in realtà il risultato è stato piuttosto inatteso. Ci aspettavamo un risultato numerico, invece il nostro calcolatore ci ha fornito solo una scritta.
Bulbarelli: Cioè?
Martinello: "Leipheimer è bollito".
Marino: Per questo bastava pensare che l'anno scorso ha avuto bisogno dell'ultima cronometro del Giro di Svizzera per superare Cunego.
Bulbarelli: Cunego al Tour de Suisse 2011 era in grande condizione.
Marino: Esatto, e questo lo portava al livello "bipede normodotato".
Bulbarelli: Andiamo subito da Pietro Plastina.

Immagine

Plastina: Sì Auro, oggi il nostro server è letteralmente intasato dalle mail.
Bulbarelli: Sempre due?
Plastina: Tonde tonde. La prima ce la manda Jean-Christophe da Pragelato, che dice: "Se Engels mi manda in fuga anche domani e io poi lo strozzo, è legittima difesa?"
Bulbarelli: Non credo.
Marino: Io pagherei qualcuno.
Bulbarelli: Marino! Ma che consigli dai?
Marino: Hai ragione, avrei dovuto dirgli di farlo passare come un incidente.
Bulbarelli: Marino! Ma come ti viene in mente?
Marino: Se dico "Davide Cassani" e "Parco Lambro"?
Bulbarelli: Pietro Plastina!
Plastina: Sì, questa invece ce la manda Giovanni da Pisa, che dice: "Al mio vicino di casa hanno portato un decoder Sky gratuito, cosa credete che voglia dire?".
Marino: Quello che avevamo già capito dai forcing a cazzo che la Radioshack ha inscenato da quando la Sky ha preso la maglia gialla.
Bulbarelli: Ehm... sì... onde evitare altre azioni legali, io credo che sia opportuno chiudere la trasm... Silvio, cosa c'è?
Martinello: Orca...
Bulbarelli: Cosa succede?
Martinello: Succede che i gusti di Sgarbozza sono più discutibili di quanto pensassi.
Marino: Impossibile, una volta disse di fare un benzierino alla De Stefano.
Martinello: Fidati, sua moglie è peggio.
Marino: Impossibile.
Martinello: Fidati.
Marino: Mi vedo costretto a citare le parole di un ex Presidente del Consiglio alla richiesta di Nunzia de Girolamo di entrare nelle liste del PDL.
Bulbarelli: Cioè?
Marino: La voglio vedere.
Bulbarelli: Marino! Dai Silvio, fagliela vedere allora...

Immagine
Immagine

Bulbarelli: La moglie! Fagli vedere la moglie!
Martinello: Forse è meglio di no...
Bulbarelli: Silvio, facci vedere la moglie o non la finiamo più.
Martinello: D'accordo, l'avete voluto voi...

Immagine

Bulbarelli: Che schifo! Basta così, mi sento male, sigla!

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 14:57
da young
il calcolo della VAM sui 2 km dal Moncenisio no? :asd:

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 19:49
da alluddha
Al Luddha: "Avevamo studiato benissimo questa tappa, sapevamo che in Italia avremmo trovato il nostro pubblico ad incitarci, non per niente siamo una delle due squadre italiane insieme all'Androni che possono far bene in questo Tour. Vincenzo è molto soddisfatto del risultato ottenuto è stato davvero strepitoso, non credevo sarebbe riuscito a riprendere i fuggitivi invece ce l'ha fatta. Ha dimostrato di avere la cazzimma necessaria per conquistare questa Grande Boucle."

Nibali: "Complimenti alla BMC che ha corso benissimo e ad Evans, è stato un prezioso alleato. Cercherò di inventarmi qualcosa, ma contro questa Sky è davvero difficile. Non mi dimentico certo della mia squadra oggi hanno fatto un lavorore, posso andarne fiero"

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 04/08/2012, 21:21
da nasdon33
Al Luddha ha scritto:Al Luddha: "Avevamo studiato benissimo questa tappa, sapevamo che in Italia avremmo trovato il nostro pubblico ad incitarci, non per niente siamo una delle due squadre italiane insieme all'Androni che possono far bene in questo Tour. Vincenzo è molto soddisfatto del risultato ottenuto è stato davvero strepitoso, non credevo sarebbe riuscito a riprendere i fuggitivi invece ce l'ha fatta. Ha dimostrato di avere la cazzimma necessaria per conquistare questa Grande Boucle."

Nibali: "Complimenti alla BMC che ha corso benissimo e ad Evans, è stato un prezioso alleato. Cercherò di inventarmi qualcosa, ma contro questa Sky è davvero difficile. Non mi dimentico certo della mia squadra oggi hanno fatto un lavorore, posso andarne fiero"
Frecciatina alla Lampre? |web

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 05/08/2012, 12:46
da alluddha
:asd:

Dimenticavo, quereliamo Bulbarelli.

Re: 11a Tappa: Pontcharra > Pragelato 255 km

Inviato: 05/08/2012, 14:41
da wanka
Non abbiamo vinto ancora, ma anche oggi siamo stati tra i grandi protagonisti dall'inizio alla fine e questo è un segnale molto importante per noi. Lotteremo sino alla fine per i nostri obiettivi, come squadra e come singoli. Abbiamo messo un altro tassello importante e cercheremo di confermarci nelle prossime frazioni.