Pagina 2 di 2

9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 02/08/2013, 11:45
da emmea90
9a TAPPA: CLERMONT-FERRAND > PRAT DE BOUC - PLOMB DU CANTAL 222,5 km
Planimetria
Immagine
Altimetria
Immagine
Col de Neronne
Immagine
Pas de Peyrol (Le Puy Mary)
Immagine
Col du Perhus
Immagine
Col de Cere
Immagine
Cote de la Chevade
Immagine
Prat de Bouc (Plomb du Cantal)
Immagine
Non è classificata come tappa di alta montagna, ma la nona frazione del Tour de France si candida ugualmente a lasciare tracce sulla classifica generale finale. Si tratterà infatti di una tradizionale cavalcata sul Massiccio Centrale, sfinente per il succedersi delle salite, il chilometraggio e il grande caldo che spesso affligge questa regione del paese.
Dopo essere ripartiti ai piedi del Puy de Dôme, a Clermont-Ferrand, i corridori avranno il non semplice compito di entrare subito nel ritmo gara per affrontare la pedalabile ma lunga scalata al Col de la Ventouse, 15 km e 300 metri al 3,4% di pendenza media. Superata la brevissima Côte des Buges - 1300 metri al 5,9% - una ventina di chilometri più avanti, sarà la Côte la Stèle, con i suoi 7,3 km al 5,4%, a richiamare l'attenzione degli atleti, per quanto sia altamente ottimistico pensare che già qui la corsa finisca per infiammarsi; anche perché alla vetta, collocata al km 61, seguirà l'unico lungo tratto di respiro della giornata, con una trentina di chilometri a netta prevalenza di discesa fino a Bort-les-Orgues, dopo al km 93,5 verrà raggiunto lo sprint intermedio quotidiano.
Per ritrovare una salita, sarà necessario attendere di aver superato la metà gara, con la Côte de Méallet, 2 km e 300 metri al 4,7% di media, posta dopo 117 km. Sforzo lievemente maggiore sarà richiesto per scavalcare la Côte d'Anglards-de-Salers, con una pendenza media del 6,3% distribuita su 4,4 km. Sarà però con la successiva scalata al Col de Neronne - 9600 metri all'insù al 4,9% - che la gara entrerà nella fase cruciale: sei salite concentrate in 80 km, di fatto senza nemmeno un tratto di respiro fra l'una e l'altra.
Difficile dire quale possa essere il punto prescelto dal primo coraggioso per scatenare la battaglia, ma - se il Col de Neronne appare un po' troppo pedalabile per lo scopo - un autorevole candidato parrebbe già essere il Pas de Peyrol, i cui 8,9 km al 6,9% - numeri già significativi - nascondono nel tratto finale delle rampe fino al 14%, ideali per sbarazzarsi della compagnia di qualche corridore già affaticato. In cima mancheranno tuttavia ancora 55 km, i primi 12 dei quali in discesa, verso l'imbocco del Col de Pertus. Malgrado la minore lunghezza (4,7 km), la pendenza media del 7,9% e la minore distanza dal traguardo (38,5 km) fanno della quartultima ascesa di giornata un altro valido trampolino di lancio, a patto di essere convinti di poter superare i più pedalabili Col de Cère (6 km al 4,8%, vetta ai -26,5) e Côte de la Chevade (3 km e mezzo, media del 6,6%, cima ad appena 14 km dal termine).
A prescindere dagli sviluppi di gara precedenti, sarà comunque l'ultima salita ad emettere i verdetti del noto atto del Tour: dopo oltre 200 km e dieci salite, gli 8300 metri dell'ultima ascesa dovrebbero essere sufficienti a produrre differenze anche fra i corridori di primo piano, a dispetto di una pendenza media rispettabile ma non impossibile (5,9%). Pur mancando dei passaggi estremi della frazione precedente, la tappa di Prat de Bouc sarà ideale per far emergere i corridori con le doti di fondo indispensabili per imporsi in una gara di tre settimane.
GPM: Col de la Ventouse (2a categoria, 980 m, 15,3 km al 3,4%, km 16,5); Côte des Buges (4a categoria, 987 m, 1,3 km al 5,9%, km 37,5); Côte de la Stèle (2a categoria, 1245 m, 7,3 km al 5,4%, km 61); Côte de Méallet (4a categoria, 695 m, 2,3 km al 4,7%, km 117); Côte d'Anglards-de-Salers (3a categoria, 817 m, 4,4 km al 6,3%, km 128); Col de Neronne (2a categoria, 1232 m, 9,8 km al 4,8%, km 152); Col du Pas de Peyrol (Le Puy Mary) (1a categoria, 1589 m, 8,9 km al 6,9%, km 167); Col du Pertus (2a categoria, 1309 m, 4,7 km al 7,9%, km 183,5); Col de Cère (3a categoria, 1299 m, 6 km al 4,9%, km 195,5); Côte de la Chevade (3a categoria, 1162 m, 3,7 km al 6,4%, km 208); Prat de Bouc (Plomb du Cantal) (2a categoria, 1392 m, 8,3 km al 5,9%, arrivo)
TRAGUARDO VOLANTE: Bort-les-Orgues (km 93,5)

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 05/08/2013, 1:07
da alluddha
Non bastava Wiggins avete avuto il coraggio di far prendere minuti per l'ennesima volta a Froome, non so più cosa pensare. Di certo la voglia di giocare mi sta passando perché ok una, ok due, ok tre, ok quattro, ok cinque, ma ora mi stanno girando i coglioni più forte di un uragano.

Stranamente cadono tutti davanti a me...

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 05/08/2013, 9:43
da emmea90
Al Luddha ha scritto:Non bastava Wiggins avete avuto il coraggio di far prendere minuti per l'ennesima volta a Froome, non so più cosa pensare. Di certo la voglia di giocare mi sta passando perché ok una, ok due, ok tre, ok quattro, ok cinque, ma ora mi stanno girando i coglioni più forte di un uragano.

Stranamente cadono tutti davanti a me...
1) Se Froome non è un drago in discesa non è colpa mia. La Sky è attaccabile nelle tappe intermedie, lo ha dimostrato Pescara e Porto Sant'Elpidio alla Tirreno, è colpa tua che non hai chiuso immediatamente un tentativo pericoloso con dentro uomini di Movistar ed Astana. E non puoi nemmeno lamentarti della cosa perché quando avevi tu Nibali e Came Froome facevi lo stesso e mi sembrava che andasse bene.... 59@@
2) Quelli dietro si erano già staccati perchè più grami, la caduta è solo un pretesto per far pagare alla Saxo il fatto di aver voluto rischiare il tutto per tutto su una discesa bagnata con uomini non all'altezza come Sorensen.
3) A dire la verità siamo stati abbastanza generosi col Team Sky. Sia per il rientro "miracoloso" di Henao sulla discesa del Perthus dal gruppo Wiggins, sia perché in 9 contro 4 (di cui due stanchissimi) a tirare ha perso tipo non più di 30'' in 20 chilometri. A lamentarsi, semmai, dovrebbero essere gli altri. :pact:
4) Il distacco non è stato causato tanto dal buco in discesa quanto dal fatto che si sono trovati davanti 3 Movistar, 3 Saxo e 4 Astana dopo il Perthus. Sarebbe bastato controllare Valverde chiudendo direttamente invece di tenere a distanza con Uran ed Henao e gli uomini c'erano.... chi è causa del suo mal....

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 05/08/2013, 10:27
da alluddha
Tralasciando il fatto che avevo specificato nelle tattiche che i tentativi degli uomini Astana dalla media distanza dovevano essere subito chiusi (cosa forse sfuggita), il vero problema è che Froome in discesa non è Wiggins, basta vedere al Tour dove non si è per nulla scomposto agli attacchi di Contador.

Comunque meno male che hai voluto far pagare la Saxo, Contador ha guadagnato 2 minuti su Froome.

Io non dico che non dovevo perdere in una tappa del genere, ci sta pure, quello che non capisco è perché cadono tutti davanti a me.

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 05/08/2013, 10:32
da emmea90
Al Luddha ha scritto:Tralasciando il fatto che avevo specificato nelle tattiche che i tentativi degli uomini Astana dalla media distanza dovevano essere subito chiusi (cosa forse sfuggita), il vero problema è che Froome in discesa non è Wiggins, basta vedere al Tour dove non si è per nulla scomposto agli attacchi di Contador.

Comunque meno male che hai voluto far pagare la Saxo, Contador ha guadagnato 2 minuti su Froome.

Io non dico che non dovevo perdere in una tappa del genere, ci sta pure, quello che non capisco è perché cadono tutti davanti a me.
Hai specificato chiusi con i gregari (quindi aumentando il ritmo), non chiusi di forza, dato che Uran ed Henao nella tattica dovevano farlo su Contador e Nibali. Un po' come quando De Col, nel 2011, nella tappa di Corte, contava di riportare sotto Contador con il solo Navarro agli attacchi di mezzo gruppo sisi

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 05/08/2013, 17:14
da alluddha
Vabbe..

Voglio capire solo una cosa voi considerate il Thomas del Tour o il Thomas delle gare precedenti?

Secondo me dovrebbe essere considerato il Thomas delle gare precedenti avendo corso praticamente tutto il Tour con un infortunio rimediato al Tour e che quindi non dovrebbe essere considerato.

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 05/08/2013, 17:49
da emmea90
Al Luddha ha scritto:Vabbe..

Voglio capire solo una cosa voi considerate il Thomas del Tour o il Thomas delle gare precedenti?

Secondo me dovrebbe essere considerato il Thomas delle gare precedenti avendo corso praticamente tutto il Tour con un infortunio rimediato al Tour e che quindi non dovrebbe essere considerato.
Noi consideriamo la storia del corridore e, in parte minore, l'ultimo anno. (Questo spiega il miracoloso podio di Evans l'anno scorso) le forme possono poi eventualmente sovvertire tutto tra corridori simili (anche non vicini, esempio Froome-Nibali a parità di forma meglio il primo, se il secondo l'ha maggiore di 2 va davanti) sisi

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 05/08/2013, 17:52
da KenianoBianco96
Brutta botta per Rodriguez, speravamo meglio, ma le fatiche del giorno prima si sono sentite..comunque siamo fiduciosi per le prossime tappe, consapevoli che la top 5 si può ancora raggiungere.

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 4:57
da Cadel95
Tappa tutto sommato non soddisfacente per noi: tranne la condotta di gara più che discreta di De Gendt che lo ha portato al secondo posto nella classifica generale, la tappa non è andata come volevamo con pochi compagni vicino al capitano, ma soprattutto Rujano completamente al di sotto delle aspettative, staccato da corridori che poteva battere. Malissimo anche perché è riuscito a raccogliere appena 1 punto per la maglia a pois e considerando che finora aveva corso con estrema calma.

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 17:18
da Andrepg
Luigi Sacco ha scritto:Tappa tutto sommato non soddisfacente per noi: tranne la condotta di gara più che discreta di De Gendt che lo ha portato al secondo posto nella classifica generale, la tappa non è andata come volevamo con pochi compagni vicino al capitano, ma soprattutto Rujano completamente al di sotto delle aspettative, staccato da corridori che poteva battere. Malissimo anche perché è riuscito a raccogliere appena 1 punto per la maglia a pois e considerando che finora aveva corso con estrema calma.
Rujano è sempre sotto le aspettative qua :asd:

Comunque è due anni che non fa assolutamente nulla, ormai da lui non si può pretendere quasi nulla

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 17:30
da emmea90
Cioè è secondo con De Gendt - ripeto - De Gendt, uno che non la muove dal Giro 2012, e non è soddisfatto? |dalem

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 17:39
da Sauber96
si lamenta con quella mezzasega di De Mendt secondo in classifica mentre Hesjedal si stacca da Casar |gallian

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 17:46
da Andrepg
Alexis Hemme Méas ha scritto:Cioè è secondo con De Gendt - ripeto - De Gendt, uno che non la muove dal Giro 2012, e non è soddisfatto? |dalem
Senza considerare la classifica generale |schum

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 18:51
da Cadel95
Alexis Hemme Méas ha scritto:Cioè è secondo con De Gendt - ripeto - De Gendt, uno che non la muove dal Giro 2012, e non è soddisfatto? |dalem
Io commento da direttore sportivo e ho detto che, tranne la buona prova di De Gendt, non siamo andati bene: se 4 corridori su 6 che avevano un ruolo abbastanza importante oggi vanno male non posso essere contento della loro prova (solo della loro, non degli altri due). Ed, essendo 4>2, non posso che considerare la tappa "tutto sommato non soddisfacente". Mica ho detto che abbiamo fatto schifo. Inoltre, l'obiettivo della stagione, e tu lo sai bene perché me lo hai dato tu :pact: , è di vincere alcune corse ed io sto ancora a zero. Non tutto gira intorno ad un corridore, ma tutta la squadra è importante.
Poi se De Gendt ha avuto dei problemi di salute in questa stagione non è di certo colpa mia...

Rujano quest'anno ha fatto appena 20 giorni di corsa, quindi non è giudicabile. Poi se si conta la storia del corridore, bisogna considerare che è stato uno dei migliori scalatori puri degli ultimi anni. Inoltre Casar, che non ha certamente fatto grandi cose in questi ultimi anni ed è sicuramente uno scalatore peggiore rispetto al venezuelano, è arrivato 4° quindi posso dire che mi aspettavo di meglio.

Se non si può commentare più la tappa come uno vuole ditelo.

PS Sauber se te la devi prendere con qualcuno per le brutte prestazioni di Hesjedal rivolgiti agli organizzatori e non dirlo a me; anche perché io considero il canadese superiore a tutti gli uomini andati in fuga oggi.
Comunque sto ancora aspettando che gli organizzatori leggano il messaggio in cui dico di voler procedere legalmente contro il ds Garmin nella sesta tappa del Delfinato...

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 18:55
da emmea90
Luigi Sacco ha scritto:
Alexis Hemme Méas ha scritto:Cioè è secondo con De Gendt - ripeto - De Gendt, uno che non la muove dal Giro 2012, e non è soddisfatto? |dalem
Io commento da direttore sportivo e ho detto che, tranne la buona prova di De Gendt, non siamo andati bene: se 4 corridori su 6 che avevano un ruolo abbastanza importante oggi vanno male non posso essere contento della loro prova (solo della loro, non degli altri due). Ed, essendo 4>2, non posso che considerare la tappa "tutto sommato non soddisfacente". Mica ho detto che abbiamo fatto schifo. Inoltre, l'obiettivo della stagione, e tu lo sai bene perché me lo hai dato tu :pact: , è di vincere alcune corse ed io sto ancora a zero. Non tutto gira intorno ad un corridore, ma tutta la squadra è importante.
Poi se De Gendt ha avuto dei problemi di salute in questa stagione non è di certo colpa mia...

Rujano quest'anno ha fatto appena 20 giorni di corsa, quindi non è giudicabile. Poi se si conta la storia del corridore, bisogna considerare che è stato uno dei migliori scalatori puri degli ultimi anni. Inoltre Casar, che non ha certamente fatto grandi cose in questi ultimi anni ed è sicuramente uno scalatore peggiore rispetto al venezuelano, è arrivato 4° quindi posso dire che mi aspettavo di meglio.

Se non si può commentare più la tappa come uno vuole ditelo.

PS Sauber se te la devi prendere con qualcuno per le brutte prestazioni di Hesjedal rivolgiti agli organizzatori e non dirlo a me; anche perché io considero il canadese superiore a tutti gli uomini andati in fuga oggi.
Comunque sto ancora aspettando che gli organizzatori leggano il messaggio in cui dico di voler procedere legalmente contro il ds Garmin nella sesta tappa del Delfinato...
Mi è sfuggito il passaggio, stai calmo e non fare come quell'altro. zizi
Gli obiettivi li ho scritti a gennaio, non me li ricordo e non li voglio sapere consciamente in modo da non esserne condizionato nello svolgimento delle tappe :sonno:

Hesjedal quest'anno è calato molto, poi se non sapete le forme degli altri...

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 19:19
da Cadel95
Alexis Hemme Méas ha scritto:Mi è sfuggito il passaggio, stai calmo e non fare come quell'altro. zizi
Gli obiettivi li ho scritti a gennaio, non me li ricordo e non li voglio sapere consciamente in modo da non esserne condizionato nello svolgimento delle tappe :sonno:

Hesjedal quest'anno è calato molto, poi se non sapete le forme degli altri...
Io sono calmissimo: questo è un gioco e lo vivo come tale siinc
Era per dire che, ricordando gli obiettivi, potevi intuire che ero parecchio interessato a vincere la tappa e quindi non ero molto soddisfatto. Comunque, quando ho scritto il messaggio, mi sono scordato di scrivere che ero molto contento del 2° posto provvisorio e del vantaggio che avevo sugli altri avversari.

Intendevo come valore assoluto a parità di forma. Comunque quello che si è lamentato è stato Sauber... :asd:

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 19:36
da emmea90
Luigi Sacco ha scritto:
Alexis Hemme Méas ha scritto:Mi è sfuggito il passaggio, stai calmo e non fare come quell'altro. zizi
Gli obiettivi li ho scritti a gennaio, non me li ricordo e non li voglio sapere consciamente in modo da non esserne condizionato nello svolgimento delle tappe :sonno:

Hesjedal quest'anno è calato molto, poi se non sapete le forme degli altri...
Io sono calmissimo: questo è un gioco e lo vivo come tale siinc
Era per dire che, ricordando gli obiettivi, potevi intuire che ero parecchio interessato a vincere la tappa e quindi non ero molto soddisfatto. Comunque, quando ho scritto il messaggio, mi sono scordato di scrivere che ero molto contento del 2° posto provvisorio e del vantaggio che avevo sugli altri avversari.

Intendevo come valore assoluto a parità di forma. Comunque quello che si è lamentato è stato Sauber... :asd:
Viste le recenti scoperte, secondo me, Sauber tra un po' chiederà di vedere in diretta streaming la decisione delle tappe :sonno:

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 19:40
da Sauber96
Hesjedal e De Gendt quest'anno sono andati da schifo entrambi per problemi fisici, lo scorso anno Hesjedal andava forte il doppio, qui Casar e Riblon staccano il canadese mentre il Cunego fiammingo va più forte di quanto sia mai andato, è un dato di fatto |sconcer

Re: 9a Tappa: Clermont-Ferrand > Prat de Bouc 222,5 Km

Inviato: 06/08/2013, 20:29
da Cadel95
Alexis Hemme Méas ha scritto:Viste le recenti scoperte, secondo me, Sauber tra un po' chiederà di vedere in diretta streaming la decisione delle tappe :sonno:
?
Silvére Saubert ha scritto:Hesjedal e De Gendt quest'anno sono andati da schifo entrambi per problemi fisici, lo scorso anno Hesjedal andava forte il doppio, qui Casar e Riblon staccano il canadese mentre il Cunego fiammingo va più forte di quanto sia mai andato, è un dato di fatto |sconcer
Se per "andava forte il doppio" intendi 1' 39" del Giro 2012, sì... Inoltre De Gendt era al primo GT corso da sano (perché al Tour 2011 si era rotto alla prima tappa) quindi sarebbe meglio smetterla, dai...
Poi nel primo arrivo in salita è arrivato 16°, altro che "più forte di quanto sia mai andato"... Proprio un dato di fatto :ahahah:

PS Ti ripeto che se non ti va bene che Casar e Riblon staccano Hesjedal, devi parlarne con qualcun altro. Se invece non ti va bene che De Gendt arrivi vicino ai primi 10 nelle tappe di montagna, non so proprio che farti :triste: