Pagina 1 di 1

Presentazione Squadre 2016

Inviato: 01/07/2016, 20:08
da emmea90
Anteprima Presentazione Squadre 2016
Immagine
Bartoletti: Ma io dico, ma porca madonna, hai la Spagna, hai la Corsica, si era candidata pure Venezia e dobbiamo vedere partire il Tour da questa cazzo di regione di merda dove ogni due sassi c'è un campo, ma si può?
Regia: Marino, il Tour non è ancora iniziato e già rompi i coglioni?
Bartoletti: Vorrei vedere te se ti avessero sostituito con Valerio Iafrate e Marzio Bruseghin, detto il pezzo di merda.
Regia: Marino, ti ricordo che fino ad Aprile 2016 tra Marzio Bruseghin e Megan Fox ti saresti scopato il primo.
Bartoletti: Questo era prima che mi fottesse il posto.
Regia: Mi spieghi come mai non è stato confermato per il Tour, a proposito?
Bartoletti: Haematopinus asini
Regia: Ora parli latino?
Bartoletti: No, idiota, è un parassita che infesta gli asini causandogli dolori intestinali
Regia: E cosa c'entra con Bruseghin?
Bartoletti: Diciamo che i suoi asini potrebbero casualmente esserne stati affetti e casualmente avrebbe potuto rinunciare al tour
Regia: Marino, sei un infame.
Bartoletti: no, dai, sto scherzando. Alla fine non l'ho fatto
Regia: E quindi perché Bruseghin non è qua?
Bartoletti: ho detto a Zomegnan che ha definito lo Zoncolan da Ovaro una inutile barbarie
Regia: Non bastava dire ad Auro che vota comunista?
Bartoletti: temo che Auro abbia perso ogni quota nel centrodx dopo che ha detto a Salvini: "Vai convinto sulla Meloni, tanto quanti cazzo di voti vuoi che prenda la Raggi?"
Regia: Quindi Auro non ci sarà?
Bartoletti: mi ha scritto ora che dovrebbe arrivare, ha dei problemi a passare la dogana
Regia: Ha problemi col passaporto?
Bartoletti: no, no, ha proprio dei problemi a passare la dogana, stanno allargando i gabbiotti o non ci passa ***ammicca***
Regia: Marino, basta con queste battute di merda
Bartoletti: guarda che potrei dire a tua moglie del travone di 2 metri e 15 in camera tua ieri notte, più nero di un ebano
Regia: E io potrei dire alla RAI che ti sei fatto corrompere a Sanremo
Bartoletti: come l'hai saputo?
Regia: Dai, Marino, nemmeno il padre di Marco Masini ha il coraggio di definire il suo "Un buon brano"
Bartoletti: sarebbe un grave imbarazzo se questa cosa dovesse andare in ond.... Nazareno, cos'è quella luce rossa?
Regia: Scusa, mi è scappata.
Bartoletti: Buonasera, gentili telespettatori, benvenuti a questa presentazione delle squadre del Tour 2016 - basicalmente una cerimonia di cui non frega un cazzo a nessuno e che si fa solo per allungare il brodo. E' con me, come sempre, Beppe Conti.
Immagine
Conti: Si, buonasera a tutti, ho un'esclusiva subito per l'Indiscreto: Alberto Contador sarebbe vicinissimo alla Nippo-Fantini.
Bartoletti: io credo che tu sia vicino alla quinta bottiglia di Barolo.
Conti: Marino, quando mai ho sbagliato una notizia?
Bartoletti: io mi chiederei piuttosto quando ne hai presa una.
Conti: Non ti permetto di mettere in dubbio la mia personalità
Bartoletti: questo parolone l'hai imparato prima o dopo aver detto che la Roubaix è una corsa inedita?
Conti: Marino, parliamo del tour.
Bartoletti: giusto, parliamo del Tour. Le squadre han già messo un circoletto rosso sulla tappa di Denain, tu che ne pensi?
Conti: Io credo che sia una buona iniziativa quella di introdurre per la prima volta il pavé al Tour de France, Marino
Bartoletti: Nazareno, io ci rinuncio. Gigi Sgarbozza, ci sei?
Immagine
Sgarbozza: Eggomi, eggomi, buon dugh a buddi
Bartoletti: Gigi, dicci, che Tour sarà?
Sgarbozza: Gredo ghe bossa essere finalmente il dur di Dabiabo
Bartoletti: Guarda che la Nippo-Fantini non è stata invitata
Sgarbozza: Brobabilmende Gondador aveva baura
Bartoletti: Pensi che possa rivincere Froome?
Sgarbozza: Ghi è froo?
Bartoletti: Non ridevo così tanto dall'ultima volta che ho stretto la mano a Palma. A proposito di Palma, condoglianze vivissime all'Ag2r che ha avuto la bellissima idea di assumerlo come DS. Volessero fare una squadra di calcio Boateng e Balotelli sono liberi da contratto, eh
Regia: Marino, rimani sul tema.
Bartoletti: Si, giusto, diamo la lin...
Regia: No Marino.
Bartoletti: Tocca a Pancani e Cassani.
Regia: No, tocca a Paolo Belli.
Bartoletti: Cioè abbiamo ancora quel disabile?
Immagine
Belli: Ehiehehiehieh marinoneeeeee...ahhauahuahuaauhahua... mai sentito parlare di assunzione obbligatoria?
Bartoletti: Sì, e quel posto è occupato da Sgarbozza
Belli: Ma dai Marino hushuahahuahua, non sei eccitato di vedermi di fronte a questo Tour?
Bartoletti: Si, guarda, sono eccitato come un napoletano di fronte ad un finanziere
Belli: Ehi, cosa fai? Mi rubi il repertorio? Ahahahuahauahuuaha
Bartoletti: Non vorrei correre il rischio di trovarmi disoccupato, Paolo, vai tranquillo
Belli: Vabbé, Marino, la sai quella dello smemorato?
Bartoletti: Quale
Belli: Quella che... quella che... aspetta, non me la ricordo AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Bartoletti: Paolo, fai l'uomo per una volta. Che Tour sarà?
Belli: Ad occhio e croce il centrotreesimo AHAHAHAHAHAHAHah
Bartoletti: Basta, ci rinuncio. Pancani, Martinello, siete in postazione?
Immagine
Pancani: Eccoci, Marino, pronti
Martinello: Confermo
Bartoletti: Quella non mi sembra la divisa Rai Sport.
Pancani: E' quella di riserva
Bartoletti: Quella che solitamente nelle telecronache portate sotto la maglia, giusto? Bene, beccatevi sti due raccomandati per l'evento più noioso del tour. Noi ci sentiamo dopo!

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 01/07/2016, 20:08
da emmea90
Dimension Data
Immagine
201 Igor ANTON HERNANDEZ
202 Natnael BERHANE TEWELDEMEDHIN
203 Theo BOS
204 Matthew BRAMMEIER
205 Nicolas DOUGALL
206 Bernhard EISEL
207 Tyler FARRAR
208 Kanstantsin SIUTSOU
209 Daniel TEKLEHAIMANOT GIRMAZION
Direttore sportivo: Giusberto
Dopo l'esordio al Tour dello scorso anno la formazione africana si ripresenta ai nastri di partenza della Grand Boucle con una formazione molto interessante pronta a dire la sua su tutti i terreni.
Per le frazioni di montagna la Dimension Data farà affidamento soprattutto su Igor Anton che potrebbe verosimilmente puntare ad una vittoria di tappa in fuga e magari ad un piazzamento nei primi 10 o 15 della generale, il basco sarà aiutato da Berhane, Teklehaimanot e Siutsou i quali a loro volta potranno cercare una vittoria di tappa date le loro qualità, soprattutto Siutsou dovrà confermare le buonissime prestazioni del Giro d'Italia. Per le tappe di pianura spazio a Farrar e Bos che saranno lanciati nei loro sprint da Eisel e Brammeier con l'austriaco che potrebbe anche provare un'azione da finisseur in qualche tappa.

Etixx-Quick Step
Immagine
171 Marcel KITTEL
172 Julian ALAPHILIPPE
173 Tom BOONEN
174 Maxime BOUET
175 Bob JUNGELS
176 Tony MARTIN
177 Gianni MEERSMAN
178 Zdenek STYBAR
179 Niki TERPSTRA
Direttore sportivo: Karl Tonik
La Etixx-Quick Step si presenta al via con una delle formazioni più forti di questo tour he potrà dire la sua in ogni situazione di corsa e su qualsiasi terreno.
Il faro della squadra è sicuramente Marcel Kittel, considerato da tutti il miglior velocista almondo che dovrà lottare soprattutto con Greipel per aggiudicarsi le frazioni che si concluderanno in volata. Il tedesco potrà essere aiutato da Terpstra, Martin, Jungels, Boonen, Bouet e Meersman che a loro volta potranno cercare una vittoria di tappa, soprattutto Tony Martin grazie alle sua abilità nelle prove contro il tempo,ma anche Gianni Meersman potrà dire la sua in un'arrivo a ranghi ristretti. Manca forse l'uomo di classifica a questa squadra, con Bob Jungels e Julian Alaphilippe che proveranno a rimanere nelle parti alte della generale finché ne avranno le forze e se l'ipotesi classifica finale dovesse saltare cercheranno sicuramente di rifarsi con qualche vittoria di tappa.

IAM Cycling
Immagine
141 Jérôme COPPEL
142 Matthias BRÄNDLE
143 Martin ELMIGER
144 Leigh HOWARD
145 Vegard Stake LAENGEN
146 Oliver NAESEN
147 Jarlinson PANTANO GOMEZ
148 Marcel WYSS
149 Oliver ZAUGG
Direttore sportivo: Losqualo90
Formazione interessante quella della IAM con vari elementi pronti a lottare per una vittoria di tappa come Coppel che potrà dire la sua sia nelle prove a cronometro che nelle frazioni più dure, Pantano che sarà sicuramente protagonista nelle tappe di alta montagna,l'ex recordman dell'ora Brandle che tenterà qualche azione da Finisseur ma anche il vincitore del Lombardia 2011 Oliver Zaugg che potrà cercare fortuna in una fuga.
Per le frazioni che si concluderanno allo sprint invece la formazione svizzera presenta Leigh Howard che cercherà di ottenere qualche successo parziale ben sapendo di partire un gradino sotto ai velocisti più forti come Kittel e Greipel.
Infine abbiamo corridori come Wyss, Elmiger, Naesen e Laengen che sicuramente si metteranno a disposizione dei compagni di squadra non disdegnando qualche opportunità personale.


Lampre Merida
Immagine
111 Louis MEINTJES
112 Davide CIMOLAI
113 Kristijan DURASEK
114 Roberto FERRARI
115 Ilia KOSHEVOY
116 Marko KUMP
117 Sacha MODOLO
118 Manuele MORI
119 Przemyslaw NIEMIEC
Direttore sportivo: Henry the Carrot
La Lampre Merida si presenta al Tour de France con due capitani: Meintjes per la generale e Modolo per gli sprint. Il sudafricano dopo aver esordito al Tour lo scorso anno con la Mtn è pronto a giocarsi le sue chance per la classifica generale con l'obiettivo top 10 affiancata magari da una vittoria di tappa in una delle frazioni più dure di questo Tour de France, Meintjes avrà affianco a se in salita Niemiec e Durasek che cercheranno di aiutarlo il più possibile.
Per le frazioni pianeggianti invece la Lampre presenta Modolo come leader con Cimolai e Ferrari pronti ad aiutarlo e nel caso del primo anche ad avere qualche opportunità in caso di eventuali sprint a ranghi ridotti.
Formazione che viene completata dai gregari Maneule Mori, Marko Kump e Ilia Koshevoy.


Lotto NL-Jumbo
Immagine
81 Steven KRUIJSWIJK
82 Enrico BATTAGLIN
83 Robert GESINK
84 Moreno HOFLAND
85 Wilco KELDERMAN
86 Primoz ROGLIC
87 Maarten TJALLINGII
88 Tom VAN ASBROECK
89 Sep VANMARCKE
Direttore sportivo: Gibo11
Formazione molto forte ed interessante quella della Lotto Nl con Kruijswijk leader assoluto in ottica classifica generale con possibilità di top 10 e perchè no di top 5 magari accompagnata da una vittoria di tappa. Al suo fianco abbiamo Kelderman voglioso di riscatto dopo alcuni mesi negativi e pronto ad aiutare Kruijswijk e a giocarsi le sue carte,ci sarà anche Gesink ad aiutare Kruijswijk in salita ed anche lui tenterà di dire la sua in qualche frazione di montagna.
Ai nastri di partenza abbiamo anche l'asso delle pietre Vanmarcke a caccia di tappa,Battaglin che sarà di grande aiuto al capitano e forse potrà dire la sua in qualche frazione,Hofland che si giocherà le volate aiutato da Van Asbroeck,Roglic che punta tutto sulle cronometro e Tjallingii che animerà sicuramente le fughe della prima settimana di Tour.


Giant-Alpecin
Immagine
51 Warren BARGUIL
52 Nikias ARNDT
53 John DEGENKOLB
54 Tom DUMOULIN
55 Simon GESCHKE
56 Georg PREIDLER
57 Laurens TEN DAM
58 Albert TIMMER
59 Tom VEELERS
Direttore sportivo: Lorenz Truffaut
Tre punte per la Giant-Alpecin in uesto Tour de France, Dumolin, Barguil e Degenkolb. I primi due saranno gli uomini chiave per la classifica generale con Dumolin che proverà a far sua una cronometro mentre Barguil tenterà di portare a casa una vittoria in alta montagna. Degenkolb invece dovrà essere l'uomo di punta nelle tappe che si concluderanno allo sprint sia di gruppo che a ranghi ristretti.
La Giant presenta alla partenza anche Ten Dam che cercherà una tappa ed aiuterà i capitani in salita, poi Geschke che avrà un ruolo simile a quello di Ten Dam, Arndt che potrebbe provare a dire la sua in qualche sprint di gruppo, Preidler che tirerà i capitani lungo le salite che verranno affrontate, Timmer e Veelers che saranno gli uomini più importanti per Degenkolb,e nel caso per Arndt, negli arrivi in volata.

Astana Pro Team
Immagine
21 Vincenzo NIBALI
22 Fabio ARU
23 Lars BOOM
24 Dario CATALDO
25 Jakob FUGLSANG
26 Andriy GRIVKO
27 Tanel KANGERT
28 Luis Leon SANCHEZ GIL
29 Lieuwe WESTRA
Direttore sportivo: Nico Silvestri
Passiamo ad una delle formazioni venuta in Francia per vincere questo Tour:vl'Astana di Nibali ed Aru. La formazione kazaka presenta al via un vero e proprio squadrone con un doppio capitano - sulla carta il numero 1 dovrebbe essere Nibali anche visto l'impegno di Fabio Aru nell'ultimo giro d'Italia. In salita l'uomo più importante sarà Fulgsang con Kangert, Cataldo e Sanchez che potranno tirare in testa al gruppo o andare in fuga per essere poi delle teste di ponte per i capitani.
Nelle tappe di pianura spazio a Westra, Grivko e Boom che cercheranno di proteggere Aru e Nibali nei finali più complicati o nelle frazioni più ventose.
Con una squadra cosi tutto girerà intorno alla condizione sia di Nibali che di Aru che potranno sicuramente diventare il duo più forte e pericoloso per i rivali in questo Tour de France.

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 01/07/2016, 20:08
da emmea90
DIRECT ENERGIE
Immagine
191 Bryan COQUARD
192 Thomas BOUDAT
193 Sylvain CHAVANEL
194 Tony HUREL
195 Fabrice JEANDESBOZ
196 Adrien PETIT
197 Alexandre PICHOT
198 Romain SICARD
199 Thomas VOECKLER
Direttore sportivo: Dennis1107
La nuova squadra francese si affida principalmente a Bryan Coquard per una vittoria di tappa, il velocista francese infatti si è ben comportato negli ultimi anni dimostrando, se in condizione, di poter competere con i migliori sprinter. Altri due nomi papabili per un successo di tappa sono sicuramente Thomas Voeckler, che nonostante l'età si mette sempre in mostra con tentativi da lontano, e Sylvain Chavanel, anch'egli in grado, nonostante l'eta, di provarci ancora con qualche azione da finisseur. Al loro servizio ci saranno Thomas Boudat, Tony Hurel, Adrien Petit e Alexandre Pichot mentre Romain Sicard avrà probabilmente spazio per provarci anche lui con qualche azione da lontano.


ORICA - GREENEDGE
Immagine
161 Michael MATTHEWS
162 Jhoan Esteban CHAVES RUBIO
163 Luke DURBRIDGE
164 Joshua EDMONDSON
165 Caleb EWAN
166 Michael HEPBURN
167 Ruben PLAZA MOLINA
168 Amets TXURRUKA ANSOLA
169 Adam YATES
Direttore sportivo: Sampei Fisherman
L'Orica GreenEDGE arriva al Tour de France dopo aver perso colui che sulla carta avrebbe dovuto essere il capitano della formazione australiana a questa edizione della Gran Boucle, ovvero Simon Yates. Il britannico infatti, risultato positivo ad un controllo lo scorso marzo, si è visto assegnare dall’UCI una squalifica di quattro mesi. Le speranze della dirigenza australiana sono quindi riposte in Michael Matthews, il quale probabilmente, oltre alle tappe, potrebbe puntare alla maglia verde. Altre pedine importanti sono Esteban Chaves e Adam Yates, i quali, reduci dal Giro d'Italia e dal Delfinato, punteranno probabilemente alle vittorie di tappa, e perché no, potrebbero puntare anche alla maglia a pois e alla maglia bianca.
La squadra è completata da Caleb Ewan, valida alternativa a Matthews per le volate, da Txurruka e Plaza che avranno il dovere di aiutare Yates e Chaves e da Durbridge, Hepburn e Edmondson, destinati ad un lavoro di gregariato in favore di Matthews e Ewan.


TEAM KATUSHA
Immagine
131 Ilnur ZAKARIN
132 Sven Erik BYSTRØM
133 Jacopo GUARNIERI
134 Marco HALLER
135 Alexander KRISTOFF
136 Sergey LAGUTIN
137 Michael MØRKØV CHRISTENSEN
138 Simon SPILAK
139 Jurgen VAN DEN BROECK
Direttore sportivo: Al Luddha
Il Team Kathusha si presenta al Tour senza Joaquim Rodriguez, autore di un buon Giro d'Italia e di un ottimo Delfinato, puntando tutto sulle volate di Alexander Kristoff e sulla crescita di Ilnur Zakarin. Se il primo è una certezza e potrà lottare per la maglia verde, ci sono molti dubbi sulle possibilità per Zakarin di fare classifica. E' probabile che alla fine si metterà alla ricerca di qualche successo di tappa ma attenzione, potrebbe essere una delle sorprese di questo Tour.
Al suo fianco, il corridore russo avrà Simon Spilak ad aiutarlo, il quale probabilmente avrà il via libera in qualche tappa per cercare una gloria personale. L'organico è formato anche da Jacopo Guarnieri, apripista di Kristoff, da Marco Haller, Sergey Lagutin, Jurgen Van den Broeck e Michael Morkov i quali avranno il compito di aiutare i due capitani.


FDJ
Immagine
101 Thibaut PINOT
102 Arnaud DEMARE
103 Kenny ELISSONDE
104 Alexandre GENIEZ
105 Ignatas KONOVALOVAS
106 Steve MORABITO
107 Yoann OFFREDO
108 Anthony ROUX
109 Arthur VICHOT
Direttore sportivo: Germano Mosconi
Thibaut Pinot è sicuramente il capitano della formazione francese e si presenta al via della Gran Boucle con grandi ambizioni. I miglioramenti fatti nelle prove contro il tempo nell'ultimo periodo infatti, lo collocano tra i grandi favoriti per salire sul podio se dovesse rivelarsi in ottima condizione. Al suo fianco avrà quasi un'intera squadra con Elissonde, Geniez, Morabito e Vichot pronti ad aiutarlo quando la strada comincerà a salire, Offredo e Konovalovas invece lo aiuteranno in pianura. Arnaud Demaré potrà sfruttare il lavoro di questi due per cercare qualche vittoria di tappa e chissà, magari punterà anche alla maglia verde.

AG2R LA MONDIALE
Immagine
71 Romain BARDET
72 Samuel DUMOULIN
73 Hubert DUPONT
74 Cyril GAUTIER
75 Matteo MONTAGUTI
76 Jean-Christophe PERAUD
77 Christophe RIBLON
78 Sébastien TURGOT
79 Johan VANSUMMEREN
Direttore sportivo (se, vabbé |ghirar ): Francesco Palma
L'Ag2r punta molto su Jean-Christophe Peraud il quale avrà il compito di puntare ad un successo di tappa e probabilmente ad una possibile top 10 nella classifica generale, anche se non è da escludere che possa decidere di provare a prendersi l maglia a pois. Sarà supportato da Romani Bardet, reduce però da un Giro d'Italia e un Delfinato nei quali è riuscito ad andare forte. Ci sono molti dubbi quindi sulla sua tenuta, è probabile che cercherà anche lui un successo di tappa, una volta aiutato Peraud. Il resto della squadra è composto da Samuel Dumoulin, unica speranza per le volate, da Hubert Dupont, Christophe Riblon e Cyril Gautier, incaricati probabilmente di cercare di entrare nelle fughe buone, da Turgot, Vansummeren e Montaguti che dovranno difendere i capitani in ogni occasione.

BMC RACING TEAM
Immagine
41 Tejay VAN GARDEREN
42 Jhon Darwin ATAPUMA HURTADO
43 Marcus BURGHARDT
44 Rohan DENNIS
45 Philippe GILBERT
46 Amaël MOINARD
47 Taylor PHINNEY
48 Samuel SANCHEZ GONZALEZ
49 Peter VELITS
Direttore sportivo: Otello Rinaldi
La BMC punta molto sulle ambizioni di classifica di Tejay Van Garderen, che dopo il quinto posto della scorsa edizione punta quantomeno a ripetersi, magari togliendosi qualche soddisfazione in più quest'anno. In salita avrà al suo fianco Darwin Atapuma, Samuel Sanchez, Amael Moinard e Peter Velits, in pianura invece Burghardt, Dennis e Taylor Phinney. Tanta attesa per capire cosa potrà fare Philippe Gilbert, il quale sicuramente cercherà di togliersi qualche soddisfazione personale ma probabilmente dovrà anche sacrificarsi per il proprio capitano. Non proprio uno squadrone quindi quello a supporto di Van Garderen, toccherà al capitano americano farsi valere in salita.

TINKOFF CREDIT SYSTEM
Immagine
11 Alberto CONTADOR VELASCO
12 Daniele BENNATI
13 Robert KISERLOVSKI
14 Michael KOLAR
15 Roman KREUZIGER
16 Rafal MAJKA
17 Peter SAGAN
18 Matteo TOSATTO
19 Yuri TROFIMOV
Direttore sportivo: Camenzind
Partità con il chiaro obiettivo della maglia gialla la corazzata di Oleg Tinkov, all'ultimo anno nel grande ciclismo. L'uomo deputato a tentare l'impresa sarà ovviamente Alberto Contador uscente dal giro d'Italia, affiancato da una squadra nella quale l'unico elemento a sorpresa è il giovane slovacco Michael Kolar. Anche Yuri Trofimov sarà alla prima esperienza come gregario di Contador, mentre il resto della formazione sarà costituito da elementi di comprovata affidabilità: due locomotive da pianura come Bennati e Tosatto, tre scalatori d'eccellenza come Kreuziger, Kiserlovski e Majka e il jolly Peter Sagan, che avrà con ogni probabilità il difficile compito di servire il capitano e al contempo lottare per traguardi parziali e maglia verde.

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 01/07/2016, 20:08
da emmea90
BORA - ARGON 18
Immagine
211 Dominik NERZ
212 Jan BARTA
213 Sam BENNETT
214 Emanuel BUCHMANN
215 Patrick KONRAD
216 Jose Joao Pimenta Costa MENDES
217 Rüdiger SELIG
218 Scott THWAITES
219 Paul VOSS
DS: Italyswiss
Si presenta con un roster interessante la Bora. Il capitano, in ottica classifica generale, sarà Dominik Nerz, di cui andranno testati comunque la forza in salita al cospetto dei migliori e la tenuta sulle tre settimane, altrimenti, una tappa montana potrebbe essere un traguardo appetibile tanto per il tedesco quanto per il suo compagno e connazionale, nonché ex campione teutonico, Emanuel Buchmann. Nelle tappe pianeggianti, ci dovrebbe essere ampio spazio per Sam Bennett, pronto a lanciarsi nella mischia potendo sfruttare l'aiuto di forti passisti come Barta e Vos, oltre che validi apripista come Selig e Thwaites. Curiosità per le prestazioni di Konrad, quinto all'ultimo Giro del Trentino, mentre Mendes potrebbe lanciarsi in qualche fuga, per dare visibilità a quella maglia di campione nazionale che ha conquistato a Braga.

COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS
Immagine
181 Nacer BOUHANNI
182 Borut BOZIC
183 Jérôme COUSIN
184 Cyril LEMOINE
185 Rudy MOLARD
186 Daniel NAVARRO GARCIA
187 Stéphane ROSSETTO
188 Julien SIMON
189 Geoffrey SOUPE
DS: elperro
Tutti per Nacer Bouhanni, Navarro per sé. Potremmo definire così il team francese, presenza ormai fissa al Tour da anni. Il velocista francese ha tutte le carte in regola per poter vincere una tappa, considerato l'estremo supporto che gli verrà offerto dalla squadra. Ci sono Bozic e Soupe, due corridori dotati di per sé di un discreto spunto veloce, a rappresentare dei validi piloti per Bouhanni, che a monte potrà essere scortato da validi corridori come Cousin, Lemoine, Molard e Rossetto, che potremmo vedere anche in qualche fuga, quasi sicuramente. Per qualche arrivo maggiormente impegnativo, ma comunque da gente veloce, c'è invece la possibilità di giocarsi la carta Julien Simon, che invero non sta attraversando la miglior fase della propria carriera. Uno sguardo alle montagne sarà sicuramente dato da Navarro, anche se l'ex scudiero di Contador difficilmente potrà ambire a qualcosa in più di una posizione tra i primi 15. Più probabile vederlo nelle maxi-fughe che si potrebbero creare nelle varie tappone alpine e pirenaiche.

BARDIANI-CSF
Immagine
151 Giulio CICCONE
152 Simone ANDREETTA
153 Mirco MAESTRI
154 Alberto NARDIN
155 Luca STERBINI
156 Simone STERBINI
157 Alessandro TONELLI
158 Simone VELASCO
159 Edoardo ZARDINI
DS: Sexybank
Il Green Team torna in Francia forte delle ottime prestazioni degli anni passati, anche se il roster sembra parecchio debole rispetto a tutte le altre formazioni qui presenti. Di sicuro, saranno una certezza ad animare le fughe. Da valutare con attenzione Simone Andreetta, autore di buone prestazioni nel corso della stagione ma mai particolarmente continuo. Nelle tappe più dure, grande attenzione andrà riposta su Ciccone e Zardini, entrambi dotati di una buona tenuta quando la strada si inerpica, e probabilmente anche su Simone Sterbini, che nelle categorie giovanili ha fatto spesso bene in tappe dure. Nelle tappe pianeggianti, invece, spazio potrà esserci per gli altri, con Velasco, Luca Sterbini, Maestri, Nardin e Tonelli che cercheranno di mettersi in mostra nel corso della gara a tappe più importante al mondo.

LOTTO-SOUDAL
Immagine
121 André GREIPEL
122 Tiesj BENOOT
123 Kris BOECKMANS
124 Bart DE CLERCQ
125 Tony GALLOPIN
126 Tomasz MARCZYNSKI
127 Jürgen ROELANDTS
128 Marcel SIEBERG
129 Rafael VALLS FERRI
DS: Luke Beattie
Anche la Lotto-Soudal si presenta come compagine votata alle volate del Gorilla, André Greipel. Difatti, la squadra che potrà aiutare il tricampione tedesco negli sprint è di tutto rispetto, con Boeckmans, Roelandts e Sieberg a comporre un gran parco gregari. Agiranno da battitori liberi, molto probabilmente, Marczynski e Benoot, con quest'ultimo da tenere d'occhio in particolare nella tappa dello sterrato e, perché no, anche sul pavé, nonostante non sia il terreno della Roubaix il suo prediletto. Perso Van Den Broeck, per le tappe più dure ci saranno tre uomini: si passa da Valls Ferri, sorprendente al Tour of Oman lo scorso anno e poi sparito, a De Clercq, vincitore al Giro a Montevergine nel 2011, per finire con Gallopin, che potrebbe addirittura provare a reggere in classifica. E' da valutare però il suo recupero, perché il rischio di vederlo arrivare finito alla terza settimana dopo un tour anonimo è alto.

TREK-SEGAFREDO[
img]http://i.imgur.com/wYpN3DD.jpg[/img]
91 Bauke MOLLEMA
92 Fabian CANCELLARA
93 Stijn DEVOLDER
94 Ryder HESJEDAL
95 Giacomo NIZZOLO
96 Peter STETINA
97 Jasper STUYVEN
98 Riccardo ZOIDL
99 Haimar ZUBELDIA AGIRRE
DS: Nicolò Buganè
La Trek viene in Francia con due focus primari: la classifica di Mollema e l'ultima recita al Tour di Cancellara. Nel primo caso, sarà ottima la squadra che accompagnerà l'olandese nei lunghi viaggi tra le vette della corsa: ci saranno un corridore che già ha fatto top 10 al Tour come Zubeldia, un corridore giovane come Zoidl, ancora alla ricerca della sua vera dimensione tra i grandi, il solido Stetina e addirittura un ex vincitore del Giro d'Italia, nella fattispecie Ryder Hesjedal, pronto anche a far classifica se le cose dovessero mettersi male. Per quanto riguarda Cancellara, punterà forte sulla tappa delle pietre, e a supportarlo avrà il fido Devolder, il miglior gregario da classiche del nord che gli fornisca la Trek. In tutto questo, è presente un ottimo spazio anche per Giacomo Nizzolo, neo campione italiano, che porterà il tricolore a spasso per la Francia sperando di aver spezzato la maledizione dell'eterno secondo, con Jasper Stuyven pronto a coadiuvarlo negli ultimi chilometri delle frazioni pianeggianti.

CANNONDALE PRO CYCLING TEAM
Immagine
61 Rigoberto URAN URAN
62 Jack BAUER
63 Lawson CRADDOCK
64 Joseph Lloyd DOMBROWSKI
65 Sebastian LANGEVELD
66 Moreno MOSER
67 Ramunas NAVARDAUSKAS
68 Pierre ROLLAND
69 Andrew TALANSKY
DS: Silvére Saubert
Molto forte anche la squadra della Cannondale, che ha forti ambizioni di classifica per questo Tour. Per la prima volta Uran avrà come obiettivo primario la Grande Boucle, e la squadra a supportarlo sarà fortissima, probabilmente tra le migliori. Infatti, sono schierati contemporaneamente tutti i migliori scalatori della squadra, passando da Craddock a Dombrowski, per finire con Talansky e Pierre Rolland, due che probabilmente farebbero i capitani in altre squadre. Nelle frazioni intermedie, occhio a Moser e Navardauskas, mentre Bauer e Langeveld saranno probabilmente indirizzati prevalentemente a funzioni di gregariato, pur non disdegnando l'idea di qualche fuga in qualche frazione pianeggiante.

MOVISTAR TEAM
Immagine
31 Nairo Alexander QUINTANA ROJAS
32 Andrey AMADOR BIKKAZAKOVA
33 Winner Andrew ANACONA GOMEZ
34 Jonathan CASTROVIEJO NICOLAS
35 Alex DOWSETT
36 Jesus HERRADA LOPEZ
37 Ion IZAGIRRE INSAUSTI
38 Adriano MALORI
39 Alejandro VALVERDE BELMONTE
DS: zagor92
Quintana pare finalmente pronto per provare a realizzare "el sueno amarillo". Certo è che la squadra a disposizione del colombiano è una vera e propria macchina da guerra sulle salite: Herrada e Izagirre potranno essere di grande aiuto nelle tappe di media montagna, mentre Anacona e Amador saranno preziosissimi sulle lunghe ascese dei due massicci. In pianura, non sarà trascurabile il lavoro svolto da Castroviejo, Malori e Dowsett,con Malori che dopo la maglia rosa al Giro potrebbe provare a vincere anche una tappa qui al Tour. In tutto questo, ci sarà anche Alejandro Valverde, reduce dal primo Giro d'Italia in carriera e, quindi, forse appagato, tanto dal potersi mettere al servizio del giovane compagno di squadra. E' chiaro che il suo obiettivo primario, probabilmente, saranno le tappe, in vista di un'Olimpiade abbastanza dura da poter rappresentare probabilmente l'ultimo grande obiettivo della carriera di Alejandro, Presto per dirlo, ma la strada deciderà

TEAM SKY
Immagine
1 Chris FROOME
2 Sergio Luis HENAO MONTOYA
3 Vasil KIRYIENKA
4 Michal KWIATKOWSKI
5 Mikel LANDA MEANA
6 Mikel NIEVE ITURRALDE
7 Wout POELS
8 Ian STANNARD
9 Geraint THOMAS
DS: Antoine Le Pavòn
Uno squadrone, per supportare Froome nella caccia al quarto Tour. Questo è il Team Sky, che si presenta come di consueto come una corazzata inattaccabile, ma che con l'avvento in ammiraglia di Le Pavon sembra aver trovato anche un nuovo modo di correre, molto più variegato. Ad accompagnare Froome ci saranno corridori estremamente polivalenti: ci sarà Stannard, che sarà preziosissimo in alcune circostanze, per le tappe pianeggianti. In salita, il pacchetto contiene Kiryienka, Thomas, Poels, Kwiatkowski, Nieve, Landa ed Henao. Corridori che, a ragione, potrebbero ambire ad una top 10 o oltre. Probabilmente sarà difficile far saltare i meccanismi ormai oliatissimi della macchina Sky, ma sarebbe sbagliato darsi per vinti in partenza, soprattutto alla luce di un percorso che, per tentare dei trabocchetti, offre molto materiale.

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 01/07/2016, 20:08
da emmea90
Tour di Sera - Presentazione Squadre 2016
Immagine
Bulbarelli: Ti giuro, Marino, non volevano credere al mio passaporto
Immagine
Bartoletti: In effetti peso: 60 kg mi risulta difficile da credere
Bulbarelli: Marino, avevamo detto che non avresti fatto riferimenti al mio peso
Bartoletti: E tu mi hai detto che non avresti difeso Don Inzoli al telegiornale
Bulbarelli: Marino, cos'hai contro i preti?
Bartoletti: Io non ho niente contro i preti, più che altro ho tutto contro i pedofili. Che poi le due categorie si sovrappongano al 90% è un altro paio di maniche.
Bulbarelli: E' una condanna ingiusta, come Enzo Tortora
Bartoletti: Enzo Tortora non andava a minorenni, quello semmai è Berlusconi.
Bulbarelli: Dai, Marino, siamo seri, ma quanti preti hai visto condannati per pedofilia?
Bartoletti: Pochi. Di solito il vescovo paga i familiari per tacere e minaccia facendo leva sul potere. Altrimenti interviene direttamente Ciccio I con tute le palle su Dio che perdona e con un gesto è tutto assolto.
Bulbarelli: Marino, ti proibisco di affrontare questi argomenti in diretta.
Bartoletti: Guarda che siamo in diretta da mezz'ora.
Bulbarelli: Ah, ser... ehm.... GENTILI TELESPEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEETTATORI.
Bartoletti: Te lo dico, in cinque han già girato su il segreto, ce ne rimangono 2.
Bulbarelli: Benvenuti a questo post-presentazione delle squadre, che in fondo è anche un'anteprima di questo Tour. Chi lo vincerà? Ci colleghiamo con Pancani e Martinello!
Immagine
Pancani: Non lo so Auro, è un tour molto aperto. Noi non ci schieriamo ma speriamo che vinca un italiano.
Bartoletti: Quindi Aru?
Martinello: Ma non Aru, Nibali
Bartoletti: Scusa, fammi capire, Aru è meno italiano di Nibali ora?
Pancani: No, Marino, è che sarebbe meglio per il movimento....
Bartoletti: Stai parlando del movimento del tuo pene verso l'alto, vero?
Martinello: Marino, Francesco è un professionista
Bartoletti: Si, peccato che sia al soldo dell'Astana.
Martinello: Marino, basta, piuttosto parliamo del tema di questo Tour: Vincenzo Nibali
Bartoletti: Ecco, a proposito, non ha un filo rotto i coglioni coi marchettoni alla Barilla su twitter?
Pancani: Io mangio solo Pasta Barilla, Marino.
Bartoletti: Non avevo dubbi.
Bulbarelli: Marino, hai finito?
Bartoletti: Auro, io ti rivoglio in cronaca.
Bulbarelli: E per quale motivo?
Bartoletti: Perché se prima mi lamentavo delle tue ricognizioni sulla vacca muschiata della linguadoca ora tale spazio è dedicato a pregare Nibali col rosario in mano dicendo che può vincere la tappa e sta bene solo perché si porta davanti a prendere l'acqua a 100 km dall'arrivo di un piattone.
Bulbarelli: Marino, non mi pare il caso di discutere la cronaca di colleghi bravi e competenti
Bartoletti: Ah, quali? ***ammicca***
Bulbarelli: Per esempio ora c'è la De Stefano
Immagine
De Stefano: Si, eccoci, siamo qua con Marcel Kittel. Marcel, tu pens che porchett si sia ritirat perch si è cagat sott.
Kittel: Guarda che ho massimo rispetto per Cavendish
De Stefano: Quind tu non pens che mess telecamer cos nn s p più attaccar allammiragl?
Kittel: Smettiamola con queste voci, qua nessuno lo fa
De Stefano: Ecco, a proposito di questo è qua con noi Arnaud Demare. Arnaud, pensi già di farti il Beillurti attaccato alla macchina?
Demare: io non faccio queste cose.
De Stefano: Si certo, e Pozzato è verginello. Arnaud è vero che il vostro DS vi ha fatto bere l'acqua del Po prima del Tour?
Demare: cosa? Nego tutto
De Stefano: Bene, Demare ha appena ammesso che in FDJ si bombano gentili telespettatori, è la nuova Festina? Lo scopriremo nel corso del Tour.
*** STUDIO ***
Bartoletti: Bene, è il momento di parlare del percorso, un percorso quest'anno quantomeno sorp....
*** SPINGARDINO ***
Immagine
Zomegnan: Stava per dire "percorso di merda", giusto?
Bartoletti: Esattamente, direttore.
Zomegnan: Cioè io non so che cazzo si siano fumati in ASO per mettere delle salite così lontane dall'arrivo e 100 km a cronometro.
Bartoletti: Il titolo è "più cronometro, più battaglia".
Zomegnan: Un po' come dire "più Beppe Conti, più competenza".
Bartoletti: Questa gliel'appogio.
Zomegnan: Baffoletti, non l'avevano tolta dai coglioni?
Bartoletti: E' una lunga storia. Piuttosto, cosa ha inventato per vivacizzare la corsa?
Zomegnan: Ho minacciato tutti i DS dell'amputazione del mignolo sinistro per chi avrà la maglia nera
Bartoletti: E se arriva ultimo Palma?
Zomegnan: A questo non ho pensato
Bartoletti: Quindi?
Zomegnan: Punterò sull'idiozia del mio DS, anzi, se mi scusate, devo andare a preparare il sorteggio
Bartoletti: Sorteggio?
Zomegnan: I due che pescano la pagliuzza più corta vengono buttati in fuga da qua a fine tour come Mate e Navarro un anno fa in cofidis
Bartoletti: Ecco, preghiamo per i due poveretti. Pietro Plastina c'è qualcosa per noi?
Immagine
Plastina: Sì, ci scrive Principe da Cicloweb: "Ho sentito Beppe Conti. Pensate che Contador possa essere un buon gregario per Damiano"?
Bartoletti: Questo lo conosco
Bulbarelli: Chi è?
Bartoletti: Guarda, ti dico solo che al confronto Sgarbozza è un nobel
Bulbarelli: Gli stai dando dello stupido per aver creduto che Contador possa fare il gregario di Cunego?
Bartoletti: No, per aver creduto a Conti
Bulbarelli: Vai avanti Pietro
Plastina: Sì, ci scrive Virginia da Roma: "Cerco Assessori, gli interessati possono mandare un curriculum a [email protected]"
Bartoletti: Ma pure la Raggi ora?
Bulbarelli: Marino, non ricominciare coi cinquestelle
Bartoletti: E' lei che non doveva cominciare a fare politica, Auro
Plastina: A proposito di politica, ci segnalano un manifesto a Napoli
Immagine
Bartoletti: Con un manifesto così avrei visto bene un'altra candidata
Bulbarelli: Chi?
Bartoletti: Alessandra
Bulbarelli: MARINO! Ma basta.. finiamo qua per oggi, appuntamento a domani con la prima tappa!

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 01/07/2016, 21:42
da Camenzind
Niente Tour per Cav?

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 01/07/2016, 23:57
da zagor92
Pronti per il Sogno

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 02/07/2016, 0:03
da giusberto
Camenzind ha scritto:Niente Tour per Cav?
Avevo finito i punti forma e se lo portavo avevo 0 per tutte e 4 le settimane

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 02/07/2016, 10:04
da bugo96
Molte squadre forti ma noi non siamo da meno.

Re: Presentazione Squadre 2016

Inviato: 02/07/2016, 13:37
da Lory94ITA
Senza Simon cambiano gli obiettivi, ma lo spirito battagliero e la voglia di essere protagonisti rimane.