Pagina 1 di 1

Presentazione Ufficiale Squadra

Inviato: 28/01/2017, 17:27
da FrancescoPalma
Immagine

Gentili spettatori e telespettatori, ben trovati dal Teatro Charles Dullin di Chambery, vicino alla sede ufficiale del Team Ag2r la Mondiale, dove stiamo per dare il via alla presentazione ufficiale del Team 2017. Un saluto a tutti voi e un benvenuto al General Manager Vincent Lavenu e al direttore sportivo Francesco Palma, che ci aiuteranno a presentare tutti i corridori. Ringraziamo soprattutto il ds Palma per averci concesso l'onore di essere accompagnati dell'esclusiva orchestra di Sanremo, evidentemente grazie a vari intrallazzi di cui preferiamo non occuparci: un benvenuto a tutta l'orchestra, che sarà diretta dal maestro Beppe Vessicchio.

Immagine

Iniziamo con il presentare i principali nuovi acquisti per la stagione 2017. Gli impegni dello sponsor hanno infatti portato in maglia Ag2r due nuovi importantissimi corridori, e siamo ansiosi di presentarveli: si tratta di Matias Frank, Stijn Vandenbergh e Olivier Naesen.

Immagine

Ma cos... no, "Naesen" non in quel senso, teste di cazzo. Vabbè, andiamo avanti, dicevamo... nuovi acquisti che si riveleranno fondamentali nell'economia del team, in particolare per le corse sulle pietre, forse l'unica specialità dove la squadra francese ha faticato in questi anni. L'esperienza di Vandenbergh e il talento di Naesen daranno nuova linfa ad una squadra desiderosa di successi anche nelle Fiandre, per poi provare a buttarsi a caccia di tappe nei grandi giri. Frank invece sarà un grande valore aggiunto in salita, andando a completare un puzzle di scalatori già adesso quasi perfetto.

Ora, dopo aver dato il giusto risalto ai nuovi arrivi, possiamo presentarvi l'intera squadra al completo, prego maestro.
* parte "L'ultima Salita" dei Nomadi * https://www.youtube.com/watch?v=k913x9vsHqg

Immagine

Eccoli qui, tutti i componenti della rosa 2017, che daranno sicuramente battaglia dall'inizio alla fine. Andiamo adesso ad occuparci in particolare dei corridori principali, dei capitani che porteranno in giro per il mondo questa maglia: possono venire avanti Romain Bardet, Domenico Pozzovivo, Alexis Vuillermoz.

Immagine

Per Romain Bardet dovrà essere la stagione della definitiva consacrazione, dopo l'ottima annata scorsa. Il francese anche quest'anno dovrebbe iniziare la stagione tardi, per poter dare tutto sia al Giro d'Italia che al Tour de France. L'anno scorso la caduta nella corsa rosa lo ha tolto dalla possibile corsa al podio proprio sul più bello, mentre al Tour si è distinto per combattività e caparbietà. Quest'anno potrebbe essere la volta buona per tentare la classifica in entrambe le corse. Si, inizierò anche quest'anno più tardi la stagione, che per me entrerà nel vivo già con le classiche delle Ardenne, dove spero di essere competitivo e di poter dare una mano ad Alexis e Domenico. Voglio ottenere quei risultati di classifica che al Giro non ho potuto ottenere lo scorso anno, sono stato tra i migliori in tutte le tappe fino a quella caduta, quest'anno voglio fare ancora meglio.

Passiamo adesso a Domenico Pozzovivo, ciao Domenico

Immagine

...vabbè, meglio non commentare. Per Domenico Pozzovivo l'anno scorso è arrivato un grandissimo successo, la maglia azzurra del Giro d'Italia, conquistata dopo 21 giorni di lotta su ogni gran premio della montagna, ma ricordiamo anche la cocente delusione della Tirreno, sfuggita in una tappa stranissima quando ormai sembrava fatta. Quali sono i tuoi obiettivi per quest'anno? Vorrei provare a confermare il bellissimo successo dell'anno scorso. Riguardo alla Tirreno, è stata una sconfitta sicuramente bruciante, ma ormai l'ho superata e voglio riprovarci anche quest'anno. Il programma sarà simile a quello della scorsa stagione, ma vorrei correre un po' di meno per poter essere più in forma nel finale di stagione e giocarmela meglio in corse che amo molto come Il Lombardia.
Grazie Domenico.

Immagine

Ciao Alexis, l'anno scorso una stagione piena di soddisfazioni, con tanto di vittoria di tappa al Giro d'Italia. Quali sono i tuoi piani per quest'anno? Beh, quest'anno si parla di una Milano-Sanremo più dura rispetto al passato, se davvero dovesse essere inserita la Pompeiana credo di poter avere delle buone chance di piazzamento, e vorrei provare anche a cimentarmi con lo sterrato delle Strade Bianche. Vorrei fare di più alle Ardenne rispetto allo scorso anno, dove non sono andato come volevo. Quanto ai grandi Giri mi piacerebbe andare al Tour, è la corsa di casa mia e adoro correrlo, ma vorrei attendere il percorso del Giro per essere più sicuro: la tappa di apertura in Sardegna sembra davvero molto adatta alle mie caratteristiche, e se dovessero essercene altre di questo tipo potrei pensare di cambiare i miei programmi. Dipenderà anche da come gireranno le gambe dopo le classiche.

Grazie a tutti i corridori, è stata una bellissima serata, in bocca al lupo a tutti per la stagione. Buonanotte!

* parte "Gimondi e il Cannibale" di Enrico Ruggeri * https://www.youtube.com/watch?v=bTTwYqjxjF0