Omloop Het Nieuwsblad







  • Tappa 1 di 1

1a Tappa: Merelbeke > Gent 200.5 Km

Si apre a Gent con la Omloop Het Nieuwsblad la stagione 2017 che vede un accordo tra ASO e Flandersclassic nell'organizzazione delle nuove corse ciclistiche. La classica d'apertura della stagione Europea sulle pietre sarà quindi contraddistinta da 13 salite e 11 settori di pavé. Dopo la partenza da Merelbeke ed una cinquantina di chilometri di trasferimento si partirà quindi dal settore di Haagoek - 2 chilometri che porteranno la corsa al muro del Leberg, entrambi affrontati tre volte. Il muro - di 700 metri al 5,6% - presenta un unico tratto duro oltre il 10% tra i 200 ed i 300 metri dalla linea di partenza.
Superato il primo muro si aprirà una infilata di tre salite - Berendries, Tenbosse e Eikenmolen che porterà la corsa verso Geerardsbergen, verso la salita simbolo delle Fiandre, il Muur de Grammont. La salita, di 1250 metri al 9,2%, è forse la più dura di tutte le Fiandre visto il pavé e la sede stradale - difficile che succeda qualcosa visto che mancheranno 120 chilometri all'arrivo ma una caduta o un ingorgo di chi non lo avrà preso nelle prime posizioni potranno già segnare la corsa in un modo o nell'altro.
Dopo una ventina di chilometri tranquilli, quindi, la corsa si dirigerà verso il muro del Valkenberg dove si troverà la zona di rifornimento. Qui si supererà il muro di Kaperij (800 metri con alcuni tratti anche con picchi del 20%) terminata la cui discesa la corsa entrerà nel tratto focale. Si aprirà subito con il Kruisberg - la cima più dura di giornata. Il muro di un chilometro presenta nella parte iniziale tratti oltre al 10%, peraltro in pavé. Qua si potrebbe portare via il primo gruppetto di coloro che si giocheranno la corsa, la cosa certa è che bisognerà necessariamente essere nelle prime posizioni a questo punto della gara.
Terminato tale muro, infatti, si proseguirà per il Donderij - non classificato GPM ma con un settore di pavé relativamente impegnativo. Il menù proseguirà con l'accoppiata Taaienberg-Eikenberg, entrambi molto brevi ma molto duri: è assai probabile che qui il gruppo del vincitore abbia già preso vantaggio. L'ultimo muro duro sarà quindi il Wolvenberg - 400 metri con punte del 15% ma senza pavé.
Superata la cima seguiranno quindi i due settori di pavé di Reuterstraat e di Karel Martestraat che riaccompagneranno i corridori all'ultimo passaggio al Leberg - l'ultimo muro sarà invece il Boembeke ma è assai improbabile vedere qua delle scaramucce dell'ultima ora vista la facilità dello stesso. All'arrivo mancheranno poco più di trenta chilometri e i due settori di pavé di Paddlestraat e Lange Munte: qua assisteremo probabilmente al più classico dell'inseguimento tra i gruppetti e, come in ogni classica fiamminga, dall'arrivo in solitaria alla volata di gruppo - ogni soluzione resta più che valida

99 m - Leberg 0.7 Km al 6.1 % Km 59.5
98 m - Berendries 0.9 Km al 7.1 % Km 63.5
72 m - Tenbosse 0.5 Km al 6.9 % Km 68.5
91 m - Eikenmolen 0.6 Km al 5.9 % Km 74
92 m - Muur van Geraardsbergen 1 Km al 9.3 % Km 85.5
95 m - Valkenberg 0.7 Km al 6 % Km 103
95 m - Kaperij 1.2 Km al 8 % Km 121.5
90 m - Kruisberg 1 Km al 6.7 % Km 134
57 m - Taaienberg 0.8 Km al 7.1 % Km 143.5
68 m - Eikenberg 1.2 Km al 5.8 % Km 148.5
45 m - Wolvengberg 0.65 Km al 7 % Km 152
99 m - Leberg 0.7 Km al 6.1 % Km 162
67 m - Boembeke 1 Km al 6 % Km 168
1 + Haaghoek (64 m) 1800 m Km 56.3
2 + Kapeelmur (106 m) 1700 m Km 84.2
3 + Haaghoek (66 m) 1800 m Km 112
4 + Kaperij (95 m) 1200 m Km 120.2
5 + Kruisberg (118 m) 900 m Km 132.7
6 + Donderij (87 m) 1600 m Km 138.4
7 + Eikenberg (81 m) 1400 m Km 147.2
8 + Ruiterstraat (71 m) 900 m Km 151.8
9 + Karel Martelstraat (86 m) 1600 m Km 153.2
10 + Haaghoek (66 m) 1800 m Km 159.1
11 +++ Paddlestraat (40 m) 2300 m Km 169.8
12 + Lange Munte (59 m) 2400 m Km 179.8
Rest Zone (99 m) Km 105