Pagina 1 di 1

Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 06/05/2015, 10:35
da emmea90
Immagine
Paris > Roubaix 2015

La più dura delle più dure
di Alexis Hemmé Meas
Il 2015 per la Roubaix sarà un anno di totale rivoluzione. ASO ha infatti deciso di allungare la classica portandola al chilometraggio di una Milano > Sanremo, aggiungendo altri 30 chilometri, 20 dei quali in pavè che passa quindi da 55 ad 88 chilometri totali.
Non sarà rivoluzione soltanto in qualità ma anche e soprattutto in qualità. Nel dettaglio, oltre ad alcuni tratti in pavé extra prima dell'approccio ad Arenberg troviamo proprio nella foresta il primo cambio: il settore simbolo della Roubaix sarà percorso in senso inverso per favorire una prima selezione. Da qui in poi la Roubaix proseguirà secondo copione fino al settore di Meirignes à Avelin, quello immediatamente successivo a Mons-en-Pevele, per proseguire poi su nuovi binari.
ASO ha infatti riqualificato e recuperato un settore storico della corsa come quello di Phalemphin à Gondecourt, affrontato ininterrottamente fino all'edizione 1997. Un nuovo settore a 5 stelle che sarà collocato tra Mons en Pevele e Carrefour de l'Arbre, dando ai corridori nuove possibilità di attacco e scremando ulteriormente il gruppo.
La rivoluzione di quest'anno, però, non termina qui: superato il Carrefour de l'Arbre l'agonia dei corridori non sarà finita. Per chi volesse tentare un'ultima sortita, infatti, il settore 2 - da Willems ad Hem, è stato allungato e modificato con lo sbocco a Chateau d'Hem per una parte finale durissima, classificata a 5 stelle, la cui conclusione sarà a soli 6 chilometri dal velodromo di Roubaix.
296 quindi i chilometri in programma per una gara mai così come quest'anno selettiva ed eroica - una Roubaix che passerà senza dubbio alla storia.


Planimetria
Immagine

Altimetria
Immagine

Ultimi Km
Immagine

296 chilometri da Compiegne a Roubaix - una delle più lunghe degli ultimi anni la Roubaix 2015. Come sempre, dopo un primo tratto di trasferimento in asfalto di poco più di 100 km, inizierà il pavé. 88.700 i metri sulle pietre in programma quest'anno, tutti racchiusi negli ultimi 190 km di corsa, più di 1 ogni 3 sulle pietre. La corsa sarà aperta come sempre dal settore di Troisvilles à Ichy, tre stelle, per proseguire la sua corsa verso Arenberg, primo punto focale della gara.
In questo tratto inserito un nuovo settore a 4 stelle, quello da Haspres a Thiant, di 2500 metri, solamente due settori prima della Foresta che sarà anticipata, come sempre, dal settore di Haveluy à Wallers.
Al chilometro 167, a poco più di 120 dall'arrivo, sarà quindi la volta del settore più famoso della corsa, affrontato nello stesso senso degli anni 80-90, vale a dire quello affrontato anche al Tour de France: importantissimo prendere le posizioni migliori per non farsi trovare scoperti in quanto l'entrata non sarà più rettilinea ma con una curva a gomito che i corridori prenderanno a tutta. La corsa prosegue come da tradizione fino a Mons-en-Pevele, al km 220, secondo punto focale della gara. Qui, dopo il successivo settore di Meirignes à Avelin, tornerà in gara il settore a 5 stelle di Phalemphin à Gondecourt: 3700 metri a soli 60 dall'arrivo, un altro tratto durissimo per chi vorrà provare a fare la selezione prima del Carrefour de l'Arbre. La corsa tornerà sul percorso base dopo il settore di Pont Thibaut à Ennevelin che aprirà la trafila verso il Carrefour de l'Arbre, collocato a 16 dalla conclusione.
Qui, dopo aver affrontato il facilissimo settore di Gruson, i corridori avranno una ulteriore sorpresa - il settore 2, che tradizionalmente conduceva ad Hem, è stato modificato nella parte finale che condurrà la carovana a Chateau d'Hem. Un settore durissimo, il penultimo prima della passerella di Roubaix, che culminerà a soli sei chilometri dal tradizionale arrivo di Roubaix che coronerà il vincitore di una delle edizioni più dure.
PUNTI DI RIFORNIMENTO: Verchaing-Maugre (46 m, Km 129), Beauvry-la-Foret (21 m, Km 199.5).
SETTORI DI PAVE: 33. Troisvilles à Ichy (+++, 2700 m, Km 101.5), 32. Viesly à Quevy (+++, 2000 m, Km 107.5), 31. Quevy à Saint-Python (++++, 3800 m, Km 112), 30. Saint Python (++, 1500 m, Km 114.0), 29. Vertain à Saint-Martin sur Echallon (+++, 2500 m, Km 123.0), 28. Verchain-Maugre à Querenaing (+++, 2000 m, Km 132.0), 27. Querenaing à Famars (++, 1100 m, Km 136.5), 26. Querenaing à Maing (+++, 2500 m, Km 143), 25. Maing à Morchaux-sur-Echallon (++, 2000 m, Km 145.5), 24. Haspres à Thiant (++++, 2500 m, Km 151.5), 23. Haveluy à Vallers (++++, 2700 m, Km 162.5), 22. Troueè d'Arenberg (+++++, 2500 m, Km 169.5), 21. Wallers à Helesenses (+++, 2000 m, Km 176.5), 20. Hornaing à Wandignes (++++, 5000 m, Km 186.5), 19. Warlaing à Brillion (+++, 2700 m, Km 193.5), 18. Tilloy à Sars-et-Rosieres (++++, 2700 m, Km 197.0), 17. Beauvry la Foret à Orchies (+++, 1600 m, Km 202.5), 16. Orchies (+++, 1800 m, Km 207.5), 15. Auchy-les-Orchies à Berseé (++++, 2700 m, Km 214.5), 14. Mons-en-Pevele (+++++, 3000 m, Km 220), 13. Meirignes à Avelin (++, 1200 m, Km 224), 12. Phalemphin à Gondecourt (+++++, 3700 m, Km 238), 11. Martinsart à Attiches (+++, 2000 m, Km 248.5), 10. Pont Thibaut à Ennevelin (+++, 1200 m, Km 256.5), 9. Templeuve - L'Epinette (+, 400 m, Km 261.5), 8. Templeuve - Moulin de Vertain (++, 700 m, Km 262.5), 7. Cysoing à Bourghelles (++++, 2000 m, Km 270), 6. Bourghelles à Wannheim (++++, 1400 m, Km 272), 5. Camphin-en-pevele (++++, 1900 m, Km 277), 4. Carrefour de l'Arbre (+++++, 2100 m, Km 280), 3. Gruson (++, 1000 m, Km 281.5), 2. Willems à Chateau d'Hem (+++++, 3200 m, Km 289), 1. Roubaix (Espace Crupelandt) (+, 200 m, Km 294.0).

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 06/05/2015, 10:35
da emmea90
Anteprima Paris > Roubaix 2015 - Compiegne > Roubaix: 298 Km
Immagine
Bartoletti: il naufragar in questo mare ch'annega il mio pensier mi è dolce, cosi come diceva lo Schettino, possa questo mar diventar per voi rosso, rosso come il sangue che sol la vittoria onora e possa questa essere la giornata della vostra vittoria.
Immagine
Sgarbozza: egh?
Bartoletti: Buongiorno a tutti. Parigi > Roubaix, Gigi, come la vedi oggi?
Sgarbozza: Forza DABIAABO!
Bartoletti: Vorrei capire perché mettiamo in studio uno che di ciclismo non ne capisce nulla
Immagine
Bulbarelli: Disse quello messo in giuria al Festival di Sanremo
Bartoletti: Toh, il facocero. Ancora non ti hanno mandato ala carambola, palla di lardo?
Bulbarelli: Marino, vedo che la gentilezza qua non è di casa.
Sgarbozza: Una volta Dabiabo l'ha badduda!
Bulbarelli: Chi?
Sgarbozza: Gentiledda. Franco gentiledda.
Bulbarelli: Mai sentito.
Bartoletti: Ecco, Auro. Questo è il problema.
Bulbarelli: Gigi è un patrimonio della Rai, Marino
Bartoletti: Questo spiega perché siamo con le pezze al culo. Magari abbiamo pure rinnovato il contratto un altro anno a Cassani per le ricognizioni.
Bulbarelli: Chi te lo ha detto?
Bartoletti: Cioè l'abbiamo fatto veramente?
Bulbarelli: Davide è un amico.
Bartoletti: Viva la meritocrazia. Vediamo cosa ci ha preparato oggi.
Immagine
Cassani: Duecentonovantatotto chilometghi nella paghighi ghubè 2015. Siamo qua sul cagghefough del'agbhe, tghentesimo tghatto della coghsa. Il più dugho, pghobabilmente quello decisivo.
Bartoletti: Questo implica che ha saltato a pie pari i primi 29?
Cassani: Sul cagghefough de l'agbhe si decideghà pghobabilmente la coghsa: due chilometghi e cento metghi, classificati a cinque stellette. Attenzione se non bastasse al tghatto finale, cinque chilometghi più avanti
(Stacco di telecamera)
Bartoletti: Suppongo che fare 5 chilometri in bicicletta sia troppo.
Cassani: Eccoci, siamo nel finale del nuovo tghatto di Chateau d'hem. Da qua all'agghivo mancheghanno solamente sei chilometghi pegh una ghoubè massacghante. A voi studio.
*** STUDIO ***
Bartoletti: Dite a Cassani è che più inutile del cervello in un grillino.
Bulbarelli: Marino, non fare commenti politici. Beppe agisce per il bene del paese.
Bartoletti: Cos'è, ora che la lega ti ha scaricato stai provando ad entrare nelle grazie della vigilanza Rai?
Bulbarelli: Io non sono mai stato leghista.
Bartoletti: Quindi perché quella felpa con scritto "ROUBAIX"?
Bulbarelli: PAOLO BELLI!
Bartoletti: Cioè abbiamo rinnovato il contratto anche a lui? Vado a rassegnare le dimissioni
Immagine
Belli: Ehiehiehiehiehiehi è il momento di "è una bella Roubaix"
Bartoletti: E continua a farsi i titoli da solo, tra l'altro.
Belli: Siamo qua con il DS della FDJ, Francesco Palma. Qua la mano! Quella buona però ahahahahah
Palma: Belli, lei è più triste dei comunisti.
Belli: La vedo magro. Sa qual è il vino preferito dai magri? Il prosecco ahahahahahahahah
Palma: Ma perché non va a rompere i coglioni a qualcun altro?
Belli: L'ultima. Hanno inventato un robot che fa da guardia ai supermercati. Il robo-COOP. Ahauahauahuahuahuahuhu
Palma: Ora mi incazzo
Belli: Ma quando la cacciano a calci in culo pure da qua? Ha più fallimenti di Cragnotti ahahahahahahah
Palma: Ok, ora è personale.
*** Palma malmena Belli ***
Bartoletti: Per la Liegi ce la facciamo ad invitare in carovana Floyd Mayweather?
Bulbarelli: Perché?
Bartoletti: Oh, mi è venuta un'idea, così, su due piedi ***ammicca***. Gigi, pronostici per questa Roubaix.
Sgarbozza: Dabiabo su dutti, poi Gangellara e Booneb
Bartoletti: Non c'è nessuno dei tre.
Sgarbozza: E allora ghe gazzo sono venudo a fare
Bartoletti: Ci serviva la tua macchina per parcheggiare nei posti invalidi senza prendere la multa.
Sgarbozza: Gosa???
Bartoletti: Non ha capito un cazzo. Bene così. A proposito di gente che non capisce un cazzo, linea a Pancani e Martinello per una telecronaca della Roubaix che vi emozionerà come un bacio ad una sorella. Con me ed il facocero ci rivediamo dopo la corsa!

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 06/05/2015, 10:35
da Cristiano Ronaldo
Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km
Immagine
E' la corsa forse più bella dell'intero panorama mondiale del ciclismo, è la corsa che molti corridori aspettano perchè può valere una stagione o una carriera, è il giorno deve bisognerà attraversare l'inferno del nord, è il giorno della Parigi Roubaix. 296 kilometri separano i corridori dal velodromo più famoso al mondo, quello di Roubaix.
Appena usciti dal centro abitato di Compiegne, il primo corridore a lanciarsi all'attacco è Dries Deveneyns della IAM Cycling, seguono le ruote del belga Adriano Malori della Movistar, Adam Blythe dell'Orica GreenEdge, Patrik Conrad della Bora, Tim Declercq della Topsport Vlaanderen, Murillo Fischer della FDJ e Benoit Jarrier della Bretagne.
In gruppo invece si portano nelle prime posizioni subito il Team Sky con Puccio e Knees e la Etixx Quickstep con Keisse e Maes, senza troppo impegno, facendo si che la fuga prenda il largo.
La prima parte di gara, senza difficoltà, scorre velocemente quasi come una passerella. La fuga continua a guadagnare piano piano sul gruppo che cerca di conservare il più possibile le energie in vista delle pietre, presenti in gara con un km pari a 1/3 del kilometraggio totale che i corridori dovranno percorrere. Si giunge cosi al km 101,5 dove i fuggitivi assaggiano il primo settore in pavè di giornata, settore numero 33 Troisvilles à Ichy. Transita anche il gruppo con 7 minuti di ritardo, non appena inizia il tratto in pavè anticipa il gruppo Voss della Bora Argon 18
Immagine
Mentre dietro è Maes ad accelerare il passo del gruppo. Settore numero 32 Viesly à Quevy, non succede niente di importante mentre successivamente non appena ci si accinge ad entrare nel settore numero 31 Quevy à Saint-Python è la BMC ad accelerare il passo con Zabel e Drucker che con tutta la squadra a ruota prendono in testa il settore con la fuga che adesso ha un vantaggio di 6'30'' sul gruppo. Nel settore numero 30 Saint Python c'è da segnalare la foratura di Vincenzo Nibali, con tutta la squadra che si ferma ad attenderlo e a riportarlo prontamente in gruppo. La corsa prosegue senza grossi stravolgimenti tattici, con la fuga che ha iniziato a perdere terreno dal gruppo che lotta per prendere i settori in pave davnti per non correre pericoli e Voss nel mezzo. Settore numero 29 Vertain à Saint-Martin sur Echallon, all' ingresso con una pericolosa curva a gomito c'è una caduta, dove cadono Stannard, Bennet della Bora, Pineau della Fdj e Mcclay della Bretagne. Tutti costretti al ritiro con l'inglese della Sky che riporta le condizioni peggiori ed è costretto a lasciare la corsa in ambulanza
Immagine
Più calmi invece i settori in pavè successivi, se non per Devolder che durante il settore 28 Querenaing a Maing ha bucato la ruota posteriore ed è costretto ad inseguire aiutato dalla squadra per qualche km il gruppo. Quando sono passati 151,5 km di gara la situazione vede la fuga ancora in testa, con 5' di vantaggio sul gruppo e Voss nel mezzo con 1' di vantaggio sul gruppo dei migliori. All'ingresso del settore numero 24 24. Haspres à Thiant è la Sky a prendere il comando del gruppo con Nordhaug e Eisel che si portano davanti ad alzare il ritmo e tutte le altre squadre alzano anche loro l'andatura per prendere il settore in testa. L'andatura sostenuta, e la lotta tra i team non fa altro che provocare un'altra caduta in gruppo
Immagine
Questa volta ad abbandonare la gara sono Offredo della FDJ.fr, Boaro della Tinkoff Saxo e King della Cannondale Garmin. Non succede nient'altro di importante nel settore in pavè, poi 8 km di strada asfaltata dove la Sky continua a condurre il gruppo nel settore che precede la foresta di Arenberg, il settore numero 23 Haveluy à Vallers la BMC vuole prendere in mano l'iniziativa con Burghardt e Dennis, ma la più attiva è la Trek con Roulston a tutta con Steegmans e Felline a ruota. Non appena si esaurisce il lavoro del Neozelandese partono i due compagni che erano alla sua ruota, Steegmans e Felline. E' il belga a condurre l'attacco con l'italiano a ruota. Guadagnano una centinaia di metri al gruppo, che non appena torna sul tratto asfaltato aumenta vistosamente l'andatura in vista dell'ingresso nella temuta foresta di Arenberg con tra le piu attive la Etixx Quickstep. Viene vanificato l'attacco del duo Trek nel tratto asfaltato e si giunge quindi ad Arenberg, benvenuti all'inferno.
Immagine
All'arrivo del gruppo pilotato dalla Etixx con Van Keirsbruck e Vandenbergh in testa, i distacchi sono rispettivamente di 30'' su Voss e 3' sulla fuga. Ma nell'imbocco della foresta, percorsa al contrario rispetto alle precedenti edizioni, l'alta velocità provoca una maxi caduta. A farne le spese più gravi sono Terpstra della Etixx Quickstep, Dowsett e Visconti della Movistar, Koren della Cannondale Garmin e Frank della IAM Cycling, tutti costretti al ritiro. Continua il forcing della Etixx nel primo tratto per poi calare un attimo l'andatura nel secondo, ma appena cala l'andatura riescono ad evadere due corridori, si tratta di Navardauskas della Cannondale Garmin e di Barta della Bora, riportandosi prima su Voss che ormai sta per essere raggiunto anche dal gruppo e continuando l'azione uscendo dalla foresta. Il gruppo conta un ottantina di unità all'uscita da Arenberg, con la fuga che adesso ha soli 2' di vantaggio e sembra avere un destino segnato. Continua a tirare Van Keirsbruck in gruppo mentre Barta e Navardauskas con cambi regolari guadagnano metro dopo metro. Riescono a rientrare sulla fuga mattutina proprio quando i fuggitivi si accingono ad entrare nel settore 18 Tilloy à Sars-et-Rosieres
Immagine
Entra anche il gruppo nel settore 18 con 1'32'' di ritardo rispetto alla testa della corsa e con un cambio della guardia in testa al gruppo. Adesso è Vandenbergh a tirare a tutta nel tratto in pavè provocando una forte selezione in gruppo, del quale non fanno piu parte tra gli altri Saramotis della Iam e Benoot, giovane corridore della Lotto che dopo un ottimo 5° posto al Fiandre non dimostra di essere in giornata quest'oggi. Davanti continuano a spingere sopratutto Navardauskas e Barta non appena si entra nel settore 17, sgretolando il proprio gruppetto con il solo Deveneyns in grado di seguire le loro ruote. Dietro Vandenbergh continua a imprimere un grande ritmo al gruppo. Stesso copione nel settore 16. Cambia invece la situazione all'ingresso del settore 15 Auchy-les-Orchies à Berseé
Immagine
E' la BMC in massa a portarsi davanti, con Dennis, Oss e Van Avermaet a forzare l'andatura nel tratto in pietra, i fuggitivi hanno soli 35'' di vantaggio in questo momento. Nei 3 lunghi km di pietre di questo settore la BMC riesce a raggiungere Deveneyns, Navardauskas e Barta. Escono indenni i corridori da questo lungo tratto in pavè con altri corridori che perdono contatto dal gruppo tra i quali Nibali, ma è breve il tratto di asfalto che separa questi dal prossimo settore, e non un settore qualunque, si tratta di Mons en Pevele, settore di 3 km a 5 stelle con due curvoni a gomito a rincarare la già alta difficoltà. E' la Sky a prendere il comando delle operazioni con Nordhaug a fare l'andatura con tutta la squadra al seguito. Alla prima curva in pietra, Leukemans coccia la ruota di Eisel provocando una caduta. La caduta spacca completamente il gruppo, davanti rimangono Stybar, Trentin, Chavanel, Wiggins, Thomas, Nordhaug, Steegmans, Van Avermaet, Burghardt e Oss. All'uscita da Mons en Pevele troviamo il primo gruppo gia citato in testa, a 20'' Van Marcke, Tjallingi, Wynants, Kness, Sagan, Tosatto, Elminger, Devolder, Felline, Degenkolb, Boom, Bozic, Fuglsang, Kristoff, Paolini, Demare, Debusschere, Roelantds, Thurau, Van Summeren, Pozzato, Turgot, Keukeleire, Langeveld e Hutarovich..

continua..

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 06/05/2015, 10:35
da Cristiano Ronaldo
Immagine
Dopo il grosso scossone dato dalla caduta che ha spaccato il gruppo il più tronconi, davanti nessuno vuole assumersi la responsabilità di fare la corsa visto che i kilometri mancanti sono più di 70 e i settori in pavè che mancano sono altrettanto tanti. Dietro invece nel primo gruppo inseguitore è la LottoNL Jumbo con Wynants e Tjallingi, ad incaricarsi di inseguire e riportare sotto il loro capitano Vanmarcke. Gli altri sfruttano il lavoro della LottoNL e restano coperti. il ricongiungimento avviene quasi quando il gruppo di testa raggiunge il settore 13 di pavè, dove nessuno osa qualcosa. Nel tratto che porta al settore 12, si viagga a bassa velocità ma quando si arriva nei pressi del settore Phalemphin à Gondecourt è Trentin con Stybar a ruota ad approciare il settore a tutta, facendo si che i più stanchi presenti nel primo gruppo perdono contatto. All'uscita dal settore resta al comando Trentin a controllare il gruppo seppur dosando le energie nel breve tratto di asfalto lungo circa 10 km. Ma appena si arriva nel tratto numero 11 Phalemphin à Gondecourt è Vanmarcke ad accelerare l'andatura in gruppo, scremando il gruppetto di testa e facendo perdere contatto tra gli altri a Wiggins e Sagan, probabilmente in giornata no.
Immagine
Svanita l'accelerata di Boom, è Fuglsang a prendere in mano l'iniziativa e a fare l'andatura all'uscita del tratto in pavè per il capitano Boom, sono rimasti in 12 davanti con Vanmarcke, Degenkolb, Stybar, Chavanel, Devolder, Fuglsang, Boom, Kristoff, Paolini e Debusschere. Continua a tirare l'Astana sul tratto in asfalto verso Pont Thibaut settore numero 10. Sempre Fuglsang fa l'andatura arrivati a Pont Thibaut mentre il ritardo dal gruppo Sagan-Wiggins è di 35'' in questo istante. Non appena il secondo gruppetto arriva sulle pietre è Turgot ad accelerare, portandosi dietro Wiggins e Sagan. All'uscita da Pnt Thibaut sotto l'impulso di Turgot il nuovo distacco dal gruppo di testa dei 3 è di 25''. Collaborano Sagan e Wiggins con Turgot, mentre davanti è il solo Fuglsang a tirare, non ricevendo aiuto da nessuno. Nei settori 9 e 8 relativamente facili, i 3 si riavvicinano molto al gruppo di testa e si ricongiungono con essi all'uscita di Templeuve - Moulin de Vertain. All'ingresso del settore 7 Cysoing a Bourgheilles Fuglsang aumenta vistosamente l'andatura.
Immagine
Chiaro segnale dell'attacco del capitano della formazione kazaka Lars Boom, che arriva dopo qualche centinaia di metri dopo la tirata di Fuglsang. Segue subito la sua ruota Stybar, portandosi dietro un pò tutto il gruppetto in marcatura sul ceco della Etixx. Rallentano Boom e Stybar, ne approfitta subito VanMarcke che all'inizio del vicino settore 6 che inizia a poche centinaia di metri dal settore 7 rilancia l'azione. Riescono a seguire l'olandese, Degenkolb, Thomas e Stybar. All'uscita dal settore la situazione è davanti i 4, dietro a 15'' ci sono Van Avermaet, Devolder e Boom. a 20'' Kristoff, Wiggins e Sagan, gli altri piu indietro ormai quasi tagliati fuori. Rimasti in 4 davanti, c'è un attimo di esitazione nel tratto asfaltato prima di arrivare a Camphin en pevele. Approciato il tratto in pietra è Thomas a provare a soprendere gli altri, senza risultati perchè l'azione non risulta abbastanza potente e agilmente Degenkolb riesce a chiudere sull'inglese della Sky. Ma non c'è tempo per respirare, usciti subito da Camphin en pevele si giunge dopo qualche km subito nel tratto infernale del Carrefour de l'arbre, tratto a 5 stelle, e forse ultimo tratto dove è possibile una vera e propria selezione.
Immagine
Non appena inizia il Carrefour, prende subito iniziativa Stybar con una potente accelerata, sembrano subito in difficoltà Thomas e VanMarcke, mentre Degenkolb riesce a tenere la ruota del campione nazionale ceco della Etixx. Sono rimasti in 2 al comando della corsa. All'uscita dal Carrefour la situazione vede Degenkolb e Stybar in testa, a 25'' troviamo Thomas e Van Marcke, a 32'' Devolder e Van Avermaet che hanno accelerato dietro sul Carrefour e a 42'' Boom e Chavanel. Davanti Stybar non collabora per il momento, e Degenkolb fa l'andatura. Dietro Thomas e Van Marcke collaborano. Si giunge nel settore numero 3 Gruson dove Stybar lascia ancora che sia Degenkolb a fare l'andatura, forse per paura di essere battuto allo sprint mentre dietro hanno rosicchiato qualche secondo portandosi a 22'' di distacco dalla testa della corsa. Perdono qualcosa invece nel tratto che va dal settore 3 al settore 2 dove Degenkolb e Stybar riescono a guadagnare 5'' dal duo all'inseguimento. Giungono a Willems à Chateau d'Hem Stybar e Degenkolb, ultimo vero settore di pave prima dell'ultimo settore passerella di Roubaix.
Immagine
A metà settore Stybar tenta il tutto per tutto con Degenkolb che inizialmente tiene botta, ma poi è costretto a cedere però senza mollare con Stybar che esce tutto solo da Willems a Chateau d'Hem e continua a spingere a tutta verso il velodromo di Roubaix che ormai è quasi vicino visto che mancano soli 6 km al traguardo. Ma Degenkolb non ha mollato è ha solo 5'' di ritardo sul ceco. Sembra ormai una cronometro individuale tra i due avvicinandosi all'ultimo facile settore della corsa, Degenkolb avendo davanti il riferimento di Stybar spinge a tutta per riprenderlo mentre il corridore della Etixx non si volta indietro a controllare la posizione del tedesco della Giant, inizialmente. Quando entrano nell'ultimo settore in pave denominato Roubaix (Espace Crupelandt) sono solo 3'' i secondi di ritardo di Degenkolb su Stybar, con il ceco che si lascia riprendere dal tedesco che consapevole che come nella precedente situazione non avra un cambio continua nella sua azione quando ormai siamo nei pressi dell ingresso del velodromo. Degenkolb una volta dentro, rallenta e guarda fisso Stybar, che quando mancano 300m al traguardo prova ad anticipare il tedesco con un'azione disperata, ma il tedesco non si fa sorprendere, prende la ruota di Stybar per poi superarlo ai 150m dal traguardo agilmente. E' John Degenkolb il vincitore della Parigi Roubaix 2015
Immagine
Secondo posto per Stybar, terzo Thomas a 17'' che si è liberato di Van Marcke nell'ultimo settore in pave. Van Marcke arriva con 2'' di ritardo, a 35'' Van Avermaet, sesto Devolder a 39'', settimo Chavanel a 1'10'', ottavo Boom, nono Kristoff e decimo Wiggins.
Immagine

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 06/05/2015, 10:35
da emmea90
Classifica
1 John DEGENKOLB Team Giant - Alpecin 6h58'12''
2 Zdenek STYBAR Etixx - Quick Step 00:00:00
3 Geraint THOMAS Team Sky 00:00:17
4 Sep VANMARCKE Team LottoNL - Jumbo 00:00:22
5 Greg VAN AVERMAET BMC Racing Team 00:00:35
6 Stijn DEVOLDER Trek Factory Racing 00:00:39
7 Sylvain CHAVANEL IAM Cycling 00:01:10
8 Lars BOOM Astana Pro Team 00:01:14
9 Alexander KRISTOFF Team Katusha 00:01:55
10 Bradley WIGGINS Team Sky 00:01:58
11 Peter SAGAN Tinkoff - Saxo 00:02:04
12 Jens DEBUSSCHERE Lotto - Soudal 00:02:10
13 Sébastien TURGOT Ag2r La Mondiale 00:02:15
14 Luca PAOLINI Team Katusha 00:02:18
15 Martin ELMIGER IAM Cycling 00:02:18
16 Matteo TRENTIN Etixx - Quick Step 00:02:26
17 Arnaud DEMARE FDJ 00:02:43
18 Jürgen ROELANDTS Lotto - Soudal 00:03:01
19 Jakob FUGLSANG Astana Pro Team 00:03:12
20 Johan VANSUMMEREN Ag2r La Mondiale 00:03:19
21 Gert STEEGMANS Trek Factory Racing 00:03:26
22 Filippo POZZATO Lampre - Merida 00:03:40
23 Maarten TJALLINGII Team LottoNL - Jumbo 00:03:49
24 Daniel OSS BMC Racing Team 00:04:10
25 Matteo TOSATTO Tinkoff - Saxo 00:04:10
26 Christian KNEES Team Sky 00:04:18
27 Lars Petter NORDHAUG Team Sky 00:04:23
28 Alexey LUTSENKO Astana Pro Team 00:04:29
29 Marcus BURGHARDT BMC Racing Team 00:04:31
30 Björn THURAU Bora - Argon 18 00:04:28
31 Sebastian LANGEVELD Team Cannondale - Garmin 00:04:33
32 Jens KEUKELEIRE Orica - GreenEDGE 00:04:39
33 Fabio FELLINE Trek Factory Racing 00:04:55
34 Maarten WYNANTS Team LottoNL - Jumbo 00:05:01
35 Yauheni HUTAROVICH Bretagne - Séché Environnement 00:05:10
36 Matti BRESCHEL Tinkoff - Saxo 00:05:12
37 Gregory RAST Trek Factory Racing 00:05:18
38 Stijn VANDENBERGH Etixx - Quick Step 00:05:24
39 Aleksejs SARAMOTINS IAM Cycling 00:05:36
40 Marco MARCATO Wanty - Groupe Gobert 00:05:39
41 Mirko SELVAGGI Wanty - Groupe Gobert 00:05:43
42 Jelle WALLAYS Topsport Vlaanderen - Baloise 00:05:46
43 Lars Ytting BAK Lotto - Soudal 00:05:46
44 Vincenzo NIBALI Astana Pro Team 00:06:12
45 Heinrich HAUSSLER IAM Cycling 00:06:12
46 Rohan DENNIS BMC Racing Team 00:06:12
47 Jan GHYSELINCK Wanty - Groupe Gobert 00:06:24
48 Dries DEVENYNS IAM Cycling 00:06:24
49 Tiesj BENOOT Lotto - Soudal 00:06:29
50 Jan BARTA Bora - Argon 18 00:06:29
51 Guillaume VAN KEIRSBULCK Etixx - Quick Step 00:06:37
52 Michael SCHÄR BMC Racing Team 00:06:40
53 Ramunas NAVARDAUSKAS Team Cannondale - Garmin 00:06:43
54 Mathew HAYMAN Orica - GreenEDGE 00:06:48
55 Marco HALLER Team Katusha 00:06:55
56 Ramon SINKELDAM Team Giant - Alpecin 00:07:01
57 Zico WAEYTENS Team Giant - Alpecin 00:07:10
58 Magnus CORT NIELSEN Orica - GreenEDGE 00:07:15
59 Manuel QUINZIATO BMC Racing Team 00:07:20
60 Frederik VEUCHELEN Wanty - Groupe Gobert 00:07:22
61 Juan Jose LOBATO DEL VALLE Movistar Team 00:07:26
62 Jasper STUYVEN Trek Factory Racing 00:07:29
63 Borut BOZIC Astana Pro Team 00:07:29
64 Markel IRIZAR ARANBURU Trek Factory Racing 00:07:29
65 Robert WAGNER Team LottoNL - Jumbo 00:07:35
66 Bernhard EISEL Team Sky 00:07:41
67 Jonas VAN GENECHTEN IAM Cycling 00:07:45
68 Salvatore PUCCIO Team Sky 00:07:55
69 Paul VOSS Bora - Argon 18 00:07:55
70 Iljo KEISSE Etixx - Quick Step 00:08:10
71 Maciej BODNAR Tinkoff - Saxo 00:08:12
72 Björn LEUKEMANS Wanty - Groupe Gobert 00:08:18
73 Nikias ARNDT Team Giant - Alpecin 00:08:23
74 Jose Joaquin ROJAS GIL Movistar Team 00:08:29
75 Jan POLANC Lampre - Merida 00:08:35
76 Nikolas MAES Etixx - Quick Step 00:08:41
77 Dylan VAN BAARLE Team Cannondale - Garmin 00:08:46
78 Albert TIMMER Team Giant - Alpecin 00:08:59
79 Sébastien CHAVANEL FDJ 00:09:10
80 Jempy DRUCKER BMC Racing Team 00:09:13
81 Bert DE BACKER Team Giant - Alpecin 00:09:17
82 Imanol ERVITI OLLO Movistar Team 00:09:22
83 Andriy GRIVKO Astana Pro Team 00:10:12
rit. George BENNETT Team LottoNL - Jumbo
rit. Kevin DE WEERT Team LottoNL - Jumbo
rit. Rick FLENS Team LottoNL - Jumbo
rit. Mike TEUNISSEN Team LottoNL - Jumbo
rit. Luke ROWE Team Sky
rit. Ian STANNARD Team Sky
rit. Yves LAMPAERT Etixx - Quick Step
rit. Niki TERPSTRA Etixx - Quick Step
rit. Manuele BOARO Tinkoff - Saxo
rit. Michael KOLAR Tinkoff - Saxo
rit. Sergio Miguel Moreira PAULINHO Tinkoff - Saxo
rit. Bruno Manuel Silva PIRES Tinkoff - Saxo
rit. Mathias FRANK IAM Cycling
rit. Roger KLUGE IAM Cycling
rit. Roy JANS Wanty - Groupe Gobert
rit. Danilo NAPOLITANO Wanty - Groupe Gobert
rit. James VANLANDSCHOOT Wanty - Groupe Gobert
rit. Rick ZABEL BMC Racing Team
rit. Yaroslav POPOVYCH Trek Factory Racing
rit. Hayden ROULSTON Trek Factory Racing
rit. Roy CURVERS Team Giant - Alpecin
rit. Lars VAN DER HAAR Team Giant - Alpecin
rit. Laurens DE VREESE Astana Pro Team
rit. Dmitriy GRUZDEV Astana Pro Team
rit. Vyacheslav KUZNETSOV Team Katusha
rit. Alexander PORSEV Team Katusha
rit. Joaquim RODRIGUEZ OLIVER Team Katusha
rit. Rüdiger SELIG Team Katusha
rit. Gatis SMUKULIS Team Katusha
rit. William BONNET FDJ
rit. Murilo Antonio FISCHER FDJ
rit. Yoann OFFREDO FDJ
rit. Cédric PINEAU FDJ
rit. Kévin REZA FDJ
rit. Arthur VICHOT FDJ
rit. Sander ARMEE Lotto - Soudal
rit. Sean DE BIE Lotto - Soudal
rit. Marcel SIEBERG Lotto - Soudal
rit. Jelle VANENDERT Lotto - Soudal
rit. Phil BAUHAUS Bora - Argon 18
rit. Sam BENNETT Bora - Argon 18
rit. Patrick KONRAD Bora - Argon 18
rit. Andreas SCHILLINGER Bora - Argon 18
rit. Scott THWAITES Bora - Argon 18
rit. Gediminas BAGDONAS Ag2r La Mondiale
rit. Damien GAUDIN Ag2r La Mondiale
rit. Alexis GOUGEARD Ag2r La Mondiale
rit. Hugo HOULE Ag2r La Mondiale
rit. Sébastien MINARD Ag2r La Mondiale
rit. Lloyd MONDORY Ag2r La Mondiale
rit. Mario Jorge Faria DA COSTA Lampre - Merida
rit. Chun Kai FENG Lampre - Merida
rit. Luka PIBERNIK Lampre - Merida
rit. Ruben PLAZA MOLINA Lampre - Merida
rit. Rafael VALLS FERRI Lampre - Merida
rit. Gang XU Lampre - Merida
rit. Sam BEWLEY Orica - GreenEDGE
rit. Adam BLYTHE Orica - GreenEDGE
rit. Mitchell DOCKER Orica - GreenEDGE
rit. Brett LANCASTER Orica - GreenEDGE
rit. Jens MOURIS Orica - GreenEDGE
rit. Tim DECLERCQ Topsport Vlaanderen - Baloise
rit. Oliver NAESEN Topsport Vlaanderen - Baloise
rit. Jarl SALOMEIN Topsport Vlaanderen - Baloise
rit. Stijn STEELS Topsport Vlaanderen - Baloise
rit. Edward THEUNS Topsport Vlaanderen - Baloise
rit. Gijs VAN HOECKE Topsport Vlaanderen - Baloise
rit. Pieter VANSPEYBROECK Topsport Vlaanderen - Baloise
rit. Adriano MALORI Movistar Team
rit. Alex DOWSETT Movistar Team
rit. Nairo Alexander QUINTANA ROJAS Movistar Team
rit. Alejandro VALVERDE BELMONTE Movistar Team
rit. Giovanni VISCONTI Movistar Team
rit. Jack BAUER Team Cannondale - Garmin
rit. Benjamin KING Team Cannondale - Garmin
rit. Edward KING Team Cannondale - Garmin
rit. Kristjan KOREN Team Cannondale - Garmin
rit. Kristoffer SKJERPING Team Cannondale - Garmin
rit. Matthieu BOULO Bretagne - Séché Environnement
rit. Romain FEILLU Bretagne - Séché Environnement
rit. Arnaud GERARD Bretagne - Séché Environnement
rit. Benoît JARRIER Bretagne - Séché Environnement
rit. Christophe LABORIE Bretagne - Séché Environnement
rit. Daniel MCLAY Bretagne - Séché Environnement
rit. Florian VACHON Bretagne - Séché Environnement

Classifica Giovani
1 Peter SAGAN Tinkoff - Saxo 6h56'08''
2 Arnaud DEMARE FDJ 0:00:39
3 Alexey LUTSENKO Astana Pro Team 0:02:25
4 Fabio FELLINE Trek Factory Racing 0:02:51
5 Rohan DENNIS BMC Racing Team 0:04:08
6 Tiesj BENOOT Lotto - Soudal 0:04:25
7 Guillaume VAN KEIRSBULCK Etixx - Quick Step 0:04:33
8 Marco HALLER Team Katusha 0:04:51
9 Zico WAEYTENS Team Giant - Alpecin 0:05:06
10 Magnus CORT NIELSEN Orica - GreenEDGE 0:05:11
11 Jasper STUYVEN Trek Factory Racing 0:05:25
12 Nikias ARNDT Team Giant - Alpecin 0:06:19
13 Jan POLANC Lampre - Merida 0:06:31
14 Dylan VAN BAARLE Team Cannondale - Garmin 0:06:42

Classifica Squadre
1 Team Sky 21h01'09''
2 Etixx - Quick Step 0:01:17
3 Astana Pro Team 0:02:22
4 Trek Factory Racing 0:02:27
5 IAM Cycling 0:02:31
6 Team LottoNL - Jumbo 0:02:39
7 BMC Racing Team 0:02:43
8 Lotto - Soudal 0:04:24
9 Team Katusha 0:04:35
10 Tinkoff - Saxo 0:04:53
11 Team Giant - Alpecin 0:07:38
12 Wanty - Groupe Gobert 0:11:13
13 Orica - GreenEDGE 0:12:09
14 Bora - Argon 18 0:12:19
15 Team Cannondale - Garmin 0:13:29
16 Movistar Team 0:18:44

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 06/05/2015, 10:35
da emmea90
Processo alla Paris > Roubaix 2015
Immagine
De Stefano: certo che Degenkolb ha due gambe... chissà se anche in mezzo...
Immagine
Bartoletti: Guarda che in francia non vedono di buon occhio le unioni civili.
De Stefano: Marino, sei un gran maleducato
Bartoletti: E tu sei l'unica donna che conosca che piscia in piedi.
Immagine
Bulbarelli: Marino, tra poco siamo in onda
Bartoletti: Un secondo.... ecco...
Bulbarelli: Cosa hai fatto?
Bartoletti: Ti ho fatto bannare dalla pagina facebook di Salvini
Bulbarelli: Tu hai fatto COSA? MATTEO TI PREGO, NON ERO IO! SEMPRE CONTRO I TERRONI! W LA LEGA!
Bartoletti: Auro, smettila di metterti in ridicolo davanti ai telespettatori
Bulbarelli: Tanto non siamo in onda
Bartoletti: Veramente sì ***ammicca***
Bulbarelli: Porco di... ehm, volevo dire BUONASEEEEEEEEERAAA GENTILI..... TELESPEEEEEETTATORIIIIIIII e benvenuti a questo processo alla Roubaix 2015 dominata da JOOOOOOOOOOOOOOOHN DEGENKOLB
De Stefano: Vorrei citare però l'importanza della Trek nella corsa odierna
Bartoletti: Più o meno quella di Fassina nel PD
De Stefano: Marino per favore non cominciare ad offendere
Bartoletti: In effetti il PD a differenza della Trek ha cominciato a vincere
Bulbarelli: Marino, non è il momento né il luogo adatto per fare politica
Bartoletti: E' che stasera a differenza tua sono ospite a Porta a Porta ***ammicca***. Segno che hanno capito il grande opinionista che sono
De Stefano: A me sembra più un segno che la Rai sta con le pezze al culo, Marino
Bulbarelli: Alessandra, non cominciare ad offendere anche tu. Pancani, Martinello. Cosa ci raccontate?
Immagine
Pancani: Ma il facocero ha abbassato anche a te lo stipendio?
Martinello: Si... ostia.... non mi dire... guarda gli sputerei in un occhio...
Pancani: Veramente... noi qua a farci il culo e lui a prendere soldi per commentare la carambola... prima o poi ce lo dobbiamo levare dai coglioni
Martinello: Sto prendinculo della lega...
Bulbarelli: PANCANI, MARTINELLO! SIETE IN ONDA!
Pancani: Ah, si, Auro, scusa. Stavamo giusto parlando della tua pluripremiata professionalità e di come sono orgoglioso di averti avuto come maestro.
Bulbarelli: Guarda che si è sentito tutto.
Pancani: Tutto cosa?
Bulbarelli: Faccio finta di niente che è meglio, parlami della corsa.
Pancani: Sì, Auro, una grande corsa per i nostri colori, un ottimo Vincenzo Nibali che ha sfiorato la vittoria
Bartoletti: Nibali ha sfiorato la vittoria come io ho sfiorato la figa di Megan Fox Francesco
Pancani: Non sottilizziamo
Bartoletti: 25 posizioni non mi sembra sottilizzare
Pancani: La Roubaix lo sappiamo, è un po' una lotteria - una lotteria che stavolta ha premiato John Degenkolb
Bartoletti: Dove per "premiato" intendi che le ha date a tutti sul pavé, si è fatto staccare solo da Sytbar che non ha dato mezzo cambio e lo ha inculato in volata?
Pancani: Silvio, dì qualcosa tu.
Martinello: Sì, ho visto un grande Nibali oggi ma soprattutto ho visto un atteggiamento decisamente diverso da parte degli uomini della Giant. Abbiamo comunque mandato le nostre osservazioni sulla corsa all'osservatorio di Neuchatel, che a sua volta ha interpolato i dati con VAM, accelerazioni, numeri dei settori di pavé, nomi, cognomi, codici fiscali moltiplicati per le lettere del cognome da nubile delle rispettive nonne.
Bartoletti: E?
Martinello: Degenkolb ne aveva molto più degli altri.
Bartoletti: Io propongo il licenziamento.
Bulbarelli: Marino, rispetta i nostri collaboratori. A proposito, Beppe Conti che dici?
Immagine
Conti: Che sono arrivato ora, chi ha vinto?
Bulbarelli: ...
Bartoletti: Ripeto quanto ho detto prima.
Bulbarelli: Dovresti farci la parentesi storica.
Conti: Auro, la Parigi > Roubaix è una corsa inedita.
Bulbarelli: ...
Conti: No, eh?
Bulbarelli: Decisamente no.
Conti: L'ultimo tratto sì, quindi teoricamente è una nuova corsa
Bulbarelli: Non funziona così Beppe.
Conti: Dunque, Moser
Bulbarelli: Che c'entra Moser ora?
Conti: Da qualche parte c'è sempre un Moser
Bulbarelli: Ci rinuncio. Alessandra, hai fatto delle interviste?
De Stefano: Sì, certo.
Bulbarelli: .... dovresti forse mandarle?
De Stefano: Ah.
Bartoletti: Auro, ne sei sicuro?
Bulbarelli: Non ti intromettere pure te ora. INTERVISTE!
Immagine
De Stefano: Eccoci, eccoci. Siamo qua con il vincitore morale di oggi, Filippo Pozzato. Filippo, sei andato vicinissimo al bis
Pozzato: Eh, si, dai, è mancato poco, possiamo dire un pelo, un pelo di f...
De Stefano: (mettendogli la mano davanti alla bocca) Ecco, Filippo. Ti senti inferiore a John Degenkolb oggi?
Pozzato: Assolutamente no. Gli lancio una sfida per il prossimo anno. E ora scusate, mi chiamano Jessica e Vanessa.
De Stefano: Jessica e Vanessa? Vorrei fare un plauso alla Lampre per aver assunto addetti stampa di sesso femminile. Un bel messaggio contro la donna oggetto e per la parità dei sessi
Bartoletti: Veramente non sono le addette stampa.
De Stefano: E cosa sarebbero?
Bartoletti: Hai presente come ti hanno assunta in Rai?
De Stefano: MARINO!
Bartoletti: Guarda che sta arrivando Paolini
De Stefano: Sì... eccoci con Luca Paolini. Luca. Roubaix sfortunata per voi?
Paolini: Mah, Alessandra... orco dighel, sai che ti dico? Che non si può correre su queste strade... oggi minacciava pioggia... io ho chiesto ai direttori la sospensione
De Stefano: Questa è una notizia. La Katusha ha chiesto ai direttori di corsa la sospensione della gara. Cosa ti hanno detto luca?
Paolini: Che abbassavano il tempo massimo così finivamo prima
De Stefano: Non si fa così, questa è una indecenza gentili telespettatori. Denunciamo apertamente la cosa. Linea allo studio
*** SPINGARDINO ***
Immagine
Zomegnan: Se volete una cosa da denunciare apertamente l'avrei anche io. Tipo come la De Stefano occupa quel posto
Bulbarelli: Direttore, qual buon vento?
Zomegnan: Senta brutto facocero leghista, mi dia un solo buon motivo per il quale la Tarantola non l'ha ancora cacciata a calci nel culo dalla TV pubblica?
Bulbarelli: non ci sono sostituti alla mia altezza.
Zomegnan: semmai alla sua larghezza
Bulbarelli: queste sono battute da bar.
Zomegnan: taccia e ammiri la scena.
Bulbarelli: le è piaciuta la corsa?
Zomegnan: per niente. Non ha visto che sono arrivati due corridori insieme? Ma dove siamo? Al giro delle pesche nettarine?
Bulbarelli: Direttore, guardi che è stata indurita
Zomegnan: e a lei è sembrata dura? Era dura come il mio cazzo guardo una foto di Rosy Bindi
Bartoletti: Lei ha foto di Rosy Bindi?
Zomegnan: Le uso in momenti di stitichezza
Bartoletti: Provi con quelle di Bulbarelli
Bulbarelli: MARINO!
Zomegnan: Baffoletti, faccia poco lo spiritoso. E ora mi scusi, ma vado ad assicurarmi che i figli di Paolini siano legati ben stretti. A dopo.
Bulbarelli: Pietro Plastina, c'è qualche mail?
Immagine
Plastina: si
Bulbarelli: Anche tu? Dovresti leggerle
Plastina: Ah giusto, caselle intasate oggi. Ben due mail
Bulbarelli: Andiamo bene.
Plastina: C'è un post sulla bacheca di Salvini
Immagine
Bulbarelli: IO MAESTRO! IO!
Bartoletti: Questo lo sapeva tutta Italia, Auro
Bulbarelli: Siamo ancora in onda?
Bartoletti: Eh si
Bulbarelli: Pietro, vai avanti va.
Plastina: Ci scrive Danilo dall'Abruzzo: "Trovo uno scandalo far correre una corsa del genere, le strade erano troppo strette, troppo pericolose. La corsa era troppo lunga e troppo faticosa. Una vergogna"
Bartoletti: Ora Di Luca rompe i coglioni pure da casa?
Bulbarelli: Rispetto per i telespettatori, Marino.
Bartoletti: Anche per quel dopato di merda?
Bulbarelli: PIETRO!
Plastina: Ci scrive Mattia da Milano: "Oh, minchia, la Roubaix... cioè se non attacchi sul pavé sei un pirla... e poi ci sono le cadute, boh, minchia bordello!"
Bulbarelli: Pietro, ti ho già detto di non dare spazio a questi no-global!
Bartoletti: Eppure è la cosa più sensata sentita in questo studio oggi.
Immagine
Martinello: Orca....
Bulbarelli: Cosa c'è Silvio?
Martinello: Guarda quella carta igienica in vendita...
Immagine
Bulbarelli: AAARGH! SCANDALO! VERGOGNA! SACRILEGIO! ABOMINIO! CHIUDETE QUA LA DIRETTA! VADO SUBITO A RIMUOVERLA DALLO SCAFFALE. APPUNTAMENTO ALLA FRECCIA VALLONE!

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 07/05/2015, 14:45
da losqualo90
Palma che mena belli :asd:

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 07/05/2015, 16:48
da bugo96
Arriviamo a questa corsa con una squadra forte, senza un capitano designato in partenza ma con vari uomini che se la possono giocare fino in fondo; di sicuro ci proveremo.

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 07/05/2015, 17:05
da Lory94ITA
Di buono in quest'antemprima c'è che abbiamo evitato di sorbirci la De Stefano |giur

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 07/05/2015, 19:17
da alluddha
La corsa è praticamente andata, difficile recuperare sugli uomini al comando proveremo ad inventarci qualcosa.

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 07/05/2015, 19:26
da losqualo90
Bravo Bjorn a tenere il secondo gruppetto, e complimenti agli altri che si sono fatti vedere in fuga sin dal mattino

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 07/05/2015, 19:31
da bugo96
Per ora siamo messi come volevamo...speriamo solo che Frank non si sia fatto male.

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 07/05/2015, 23:21
da zagor92
Rimane il solo Langeveld...vediamo cosa si può cavar fuori

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 08/05/2015, 14:13
da KenianoBianco96
Buonissima situazione al momento...peccato per Stannard che era una pedina importante.

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 09/05/2015, 17:47
da emmea90
Postata la seconda parte

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 09/05/2015, 17:53
da ErLibano

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 09/05/2015, 18:03
da KenianoBianco96
Pazzesco Thomas! Un terzo che ci soddisfa!
Peccato per Wiggins, giornata no..ma comunque un decimo decente..non era facile...siamo contenti!

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 09/05/2015, 18:19
da bugo96
Grande Chavanel! Un settimo posto che premia il nostro grande impegno. Bene anche Elminger in top 15.

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 09/05/2015, 18:20
da Camenzind
Sapevamo che Peter non era al 100% peccato aver mancato la top 10

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 09/05/2015, 19:21
da alluddha

Re: Paris > Roubaix 2015: Compiegne > Roubaix: 298 Km

Inviato: 10/05/2015, 18:26
da losqualo90
Grande il Processo! Fosse così nella realtà :asd: