Pagina 1 di 1

La stagione 2013

Inviato: 24/04/2013, 16:22
da young
21 marzo-Dopo la Parigi-Nizza la formazione belga della Omega Pharma-Quickstep si prepara alla stagione delle classiche del Nord, cioè al mese che tra corse sulle pietre come il Fiandre e la Roubaix e le classiche collinari come Liegi e Amstel terrà impegnati i corridori del gruppo tra Francia, Belgio e Olanda. Ma prima c'è il Criterium International, la corsa che in due giorni -e tre fra tappe e semitappe- fonde tutte le tipologie di corsa, con una crono breve, una tappa per velocisti e una di montagna. La natura della corsa, unita però al fatto che una lunga trasferta toglierebbe la possibilità ai corridori di partecipare a gare come Harelbeke, la Gand-Wevelgem e il circuito di La Panne, preludi alla "vera" campagna del nord e ottimo banco di prova, ha portato il ds Luke Beattie a schierare una formazione mista, lasciando a casa le due punte Mark Cavendish (7 vittorie per lui in questa stagione, compresa la recente tappa alla Parigi-Nizza) e Tom Boonen, reduce da guai fisici subiti nella prima parte di stagione.
Il leader sarà Tony Martin, che ha come obiettivo dichiarato la cronometro di Fort de France. A seguire, Gianluca Brambilla, voglioso di riscatto nella tappa di Montagne Pelée dopo un deludente inizio di stagione. Per la volata la Omega punterà sul giovane Andrew Fenn, supportato da Gert Steegmans. A completare il gruppo Dries Devenyns, Jerome Pineau (in cerca di riscatto anche lui dopo la pessima Nizza), Frantisek Rabon e Stijn Vandenbergh.

Re: La stagione 2013

Inviato: 09/05/2013, 20:10
da young
5 aprile-Dopo l'inizio del periodo delle classiche, connotato negativamente per la squadra a causa dell'infortunio di Tom Boonen (che mancherà alla Roubaix, suo obiettivo principale) l'Omega Pharma-Quick Step parte verso Compiègne con una squadra comunque in grado di fare risultato. Il direttore sportivo Luke Beattie ha scelto Niki Terpstra, quinto l'anno scorso quando fece da gregario a Boonen, come capitano. Al suo fianco i tuttofare Sylvain Chavanel e Michal Kwiatkowski, con il polacco reduce dalla vittoria alla Tirreno-Adriatico (mentre Chavanel si è piazzato quarto alla Milano-Sanremo e tredicesimo al Fiandre). Oltre a loro, ci saranno anche Zdenek Stybar, Stijn Vandenbergh, Iljo Keisse, Gert Steegmans e l'azzurro Matteo Trentin, convocato all'ultimo per sostituire Boonen. "Tom sosterrà i compagni di squadra dall'ammiraglia, e non in TV" ha dichiarato Beattie. "Comunque gli otto che correranno hanno tutte le qualità per puntare in alto, visto che l'anno scorso Niki è arrivato quinto nonostante il superlavoro da gregario che ha fatto. La Roubaix è uno degli obiettivi dello sponsor, e intendiamo provarci fino in fondo".

Re: La stagione 2013

Inviato: 29/06/2013, 16:43
da young
9 giugno-A tre settimane dall'inizio della Grande Boucle, dopo una stagione finora avara di successi in linea (solo una tappa della Parigi-Nizza vinta da Cavendish, a dispetto di 2 cronometro portate a casa da Martin) il ds dell'Omega Pharma Beattie comunica i 12 uomini preselezionati per il Tour de France che partirà il 29 giugno. Gli otto partecipanti al Delfinato, ossia il capitano Mark Cavendish più Tom Boonen, Sylvain Chavanel, Tony Martin, Jerome Pineau, Zdenek Stybar, Niki Terpstra e Peter Velits ne fanno tutti parte; in lista con loro anche Michal Kwiatkowski, Gert Steegmans, Matteo Trentin e Kevin De Weert, che torna in una lista convocati del ds irlandese dopo il deludente Tour 2012. "Vogliamo vincere più tappe possibile dopo un Delfinato sotto le aspettative" ha dichiarato Beattie. "Non abbiamo un leader per la classifica, pertanto punteremo a bissare i risultati del Giro con Mark, e a qualche fuga nelle tappe gialle, oltre ovviamente alle crono. Sette uomini sono praticamente sicuri, devo ancora scegliere gli ultimi due. Se la voglia e lo spirito saranno quelli delle classiche, e anche della Nizza, i risultati arriveranno."

Re: La stagione 2013

Inviato: 03/07/2013, 16:20
da young

Re: La stagione 2013

Inviato: 02/08/2013, 15:32
da young
6 luglio-Luke Beattie, intervistato da una rete televisiva belga, traccia un bilancio della prima parte di Tour: "Una sola tappa finora vinta non è esattamente quello che ci aspettavamo, comunque i tre giorni in maglia gialla e la maglia bianca di Michal bilanciano tutto, anzi la gialla è stata una bella sorpresa, quando abbiamo orchestrato quell'attacco al Gois sinceramente non pensavamo a staccare Paolini quanto piuttosto gli altri velocisti. Ci aspettavamo ancora meno di avere Michal secondo in classifica dopo il Puy de Dome, cioè il primo "vero" arrivo in salita. Sono molto felice del mercato che la squadra sta conducendo, se le voci sono vere avere Uran in salita e Renshaw come ultimo uomo l'anno prossimo sarà un ulteriore valore aggiunto a un roster già fortissimo. Petacchi? Se arriva già dopo il Tour, come sembra, potrei schierarlo al via della Parigi-Tours, su un rettilineo finale del genere serve potenza pura per uscire a lanciare Mark e credo che Alessandro nonostante l'età ne abbia da vendere"

Re: La stagione 2013

Inviato: 10/11/2013, 18:43
da young
"Alla fine della mia esperienza con la Omega, volevo ringraziare Lefevere per la fiducia accordatami e i ragazzi per queste due stagioni in cui abbiamo riportato parecchie vittorie e piazzamenti importanti. La prima stagione era stata ottima nonostante l'assenza di un vero capitano, in questo 2013 un po' di sfortuna alla Roubaix e un mio errore di valutazione alla Tours ci hanno negato il raggiungimento degli obiettivi prefissati con lo sponsor, ma abbiamo ottenuto comunque 5 vittorie, due quarti posti nelle classiche e 3 giorni in maglia gialla, che hanno dato visibilità alla squadra in altro modo. Faccio i migliori auguri ai miei corridori, in particolare a Mark, a Tom che ha dimostrato di essere ancora uno che merita i palcoscenici più importanti, e al futuro capitano Rigoberto Uran; aggiungo che se dalla dirigenza volessero comunque propormi un contratto, potrei anche decidere di restare in sella per una terza stagione. Fino a gennaio ancora niente è deciso; avevo intenzione di mettermi alla prova con una squadra un po' meno sbilanciata verso le classiche, ma anche la Omega si è rinforzata, e tanto, nel campo degli scalatori. Deciderò una volta viste tutte le offerte sul piatto"